Me Too Times Up

#MeToo

18 Aprile Apr 2018 1810 18 aprile 2018

Isabella Rossellini: «Io violentata, ma non vi dico da chi»

L'attrice ha rivelato di aver subito violenza quando era adolescente, ma che non è interessata a rivangare un avvenimento di 50 anni fa.

  • ...
Isabella Rossellini Stupro

Ricorda, rivela. Ma non denuncia. Isabella Rossellini ha raccontato in un'intervista a Vulture di essere stata violentata quando era adolescente da un ragazzo suo coetaneo. Non avrebbe però alcuna intenzione di rivelare il nome del suo stupratore: «Capisco il valore che per alcune persone può avere il condividere le proprie esperienze ma, per quanto mi riguarda, questo non vale. La persona che mi ha violentata quando avevo 15-16 anni aveva un anno in più di me. Perché dovrei tirare fuori questa storia 48 anni dopo?».

SMINUITE DI CONTINUO

Parole che potrebbero essere lette come una delegittimazione alla lontana del movimento #MeToo, e che però non devono essere intese come tali: «La cosa più interessante è come questo movimento sia riuscito a mostrare tutti i modi in cui le donne possono essere ridotte. Lo stupro è un modo di far del male che tutti possono riconoscere. Ma ci sono tanti altri modi per far del male a una donna. Può essere il tuo capo che ti dice: 'Mi piace questa gonna su di te'. È un complimento, ma ti sminuisce. È come quando la gente mi dice: 'Sei così bella per la tua età'».

CARI UOMINI, LA PACCHIA È FINITA

Insomma, anche se non ha intenzione di scendere nei dettagli della propria esperienza e accusare apertamente il suo stupratore («Non so cosa faccia ora: potrebbe essere sposato, potrebbe avere dei figli. In Italia sono una superstar, se facessi il suo nome gli rovinerei la vita»), Isabella Rossellini è ampiamente convinta che #MeToo è il movimento di cui le donne hanno bisogno: «Sono felice che stiamo parlando di questo problema, perché tutte le donne almeno una volta sono state molestate, ma non se ne era mai parlato prima. Abbiamo convissuto per anni con questo problema. E anche se non ti accadeva nulla di violento, per un uomo c'era sempre un modo per sminuirti. Finalmente tutto ciò sta cambiando. Gli uomini devono capire che non possono più comportarsi così».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso