Femminicidio

Femminicidio

3 Aprile Apr 2018 1322 03 aprile 2018

Femminicidio a Vicenza: un uomo ha ucciso la moglie e si è tolto la vita

Ex militare originario di Boston, soffriva  di depressione e aveva già detto di volersi togliere la vita. Ha lasciato una scritta con il sangue: «Scusami».

  • ...
Femminicidio Vicenza

L'ennesimo omicidio-suicidio. Un tragico epilogo che si è consumato il giorno di Pasqua a Vicenza, dove un uomo, un ex soldato americano, ha ucciso la moglie nella loro villetta di Pozzoleone e poi si è tolto la vita. Lui si chiama Joel Bradley Kinser, 44 anni, e la moglie Leila Gakhirovan Kinser, 40, casalinga di origini russe ma naturalizzata statunitense.

ERA MALATO DI DEPRESSIONE

La scoperta è stata fatta il pomeriggio successivo alla tragedia, quello di Pasquetta, grazie all'allarme dato dal sacerdote della base Setaf, dove il militare lavorava, preoccupato per la mancata risposta dell'uomo alle sue chiamate. Il prete sapeva che l'ex militare, 44 anni, originario di Boston, attualmente a contratto per una ditta esterna, soffriva da tempo di depressione e aveva più volte manifestato l'intenzione di togliere la vita. Così il sacerdote aveva cercato di stargli vicino, di confortarlo e allontanare dalla sua mente i pensieri autodistruttivi. Ma non è bastato.

HA CHIESTO PERDONO CON IL SANGUE

Quando nella villetta sono arrivati i carabinieri hanno visto la donna distesa a letto senza apparenti segni di violenza, mentre il marito è stato trovato sgozzato, in un lago di sangue sul pavimento del bagno. Gli investigatori per ora si limitano a confermare che nella vicenda non sono coinvolte terze persone, facendo capire che l'unica ipotesi accreditata è che l'uomo abbia ucciso la moglie soffocandola nel sonno e poi si sia tolto la vita tagliandosi di netto la gola. I dubbi sulla dinamica sono infatti pressochè nulli: e a parlare sono proprio le ultime parole che l'ex soldato è riuscito a tracciare con il suo sangue sul pavimento prima di morire: «I'm sorry», quasi a chiedere perdono per l'omicidio della moglie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso