20 Marzo Mar 2018 1947 20 marzo 2018

Violenza sulle donne, una denuncia su quattro viene archiviata

Bologna, Firenze e Torino con il maggior numero di segnalazioni. Più condanne al Nord che al Sud. Lo dice la Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio.

  • ...
Violenza Donne Denunce

Siamo costretti a parlare quotidianamente di violenza sulle donne, molestie e femminicidi. Ma quante donne denunciano, e dove vanno a finire le loro testimonianze?
La verità è che le denunce presentate da vittime di violenza sessuale, stalking, lesioni e maltrattamenti da «soggetti noti» faticano ad arrivare nell'aule giudiziarie: una su quattro, infatti, viene archiviata.

LA FAMIGLIA, IL POSTO PIÙ PERICOLOSO

Il contesto più pericoloso per le donne rimane quello familiare: in questo caso i maltrattamenti rappresentano oltre il 48% di tutti i reati riconducibili alla «violenza di genere»; mentre una percentuale molto alta dei procedimenti per violenza sessuale e omicidio volontario rimane a carico di ignoti. È quanto emerge dall'indagine della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio. I dati, raccolti tra ottobre e novembre del 2017, dicono che la percentuale di archiviazione nei confronti di soggetti indagati per maltrattamenti è pari al 26,45 %. Scende al 23,29% per la violenza sessuale e aumenta al 28,57% per la violenza di gruppo, mentre per lo stalking è del 25,08%.

A BOLOGNA, FIRENZE E TORINO SI DENUNCIA DI PIÙ

Le iscrizioni per maltrattamenti risultano le più numerose in assoluto fra i reati con 30.158 procedimenti, seguite dalle iscrizioni per stalking con quasi 22 mila casi. Secondo i dati della Commissione le indagini vengono concluse in larga parte entro un anno e l'89% delle sentenze diventa definitivo entro tre anni, anche se un 11% dei processi arriva a sentenza in un tempo superiore a quattro anni. Quando si arriva al processo le percentuali di assoluzione variano sensibilmente sul territorio nazionale, passando da un minimo del 12,6% del distretto di Trento al 43,8% di Caltanissetta. Anche per quanto riguarda il numero dei reati denunciati c'è una forte differenziazione geografica: maggiori denunce vengono presentate a Bologna, Firenze e Torino, soprattutto per maltrattamenti in famiglia, le violenze sessuali e lo stalking, dove le misure cautelari sono applicate «in misura importante». Ma la Commissione avvisa «la rilevazione di dati statistici ridotti non è tranquillizzante: può significare una difficoltà di emersione della violenza a causa di una scarsa capacità tutelante delle istituzioni del territorio». Sono «di gran lunga inferiori» invece le denunce presentate a Cagliari, Caltanissetta, Campobasso, Perugia, Trieste.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso