26 Gennaio Gen 2018 1805 26 gennaio 2018

Cosa è il fentanyl, il farmaco che (forse) ha ucciso Dolores O' Riordan

Un'indiscrezione che arriva da oltreoceano. Se confermata, la cantante sarebbe morta a causa dello stesso oppioide che tolse la vita a Prince.

  • ...
Fentanyl Farmaco Dolores O Riordan

Dolores O'Riordan sarebbe stata uccisa da un avvelenamento da Fentanyl. È l'indiscrezione che la stampa italiana rilancia sulla scorta di un articolo pubblicato dal Santa Monica Observer, misconosciuta testata losangelina che avrebbe avuto la notizia da un poliziotto della londinese di Scotland Yard. Se la notizia dovesse essere confermata dalle analisi tossicologiche, si avrebbe la conferma che O'Riordan è stata uccisa dallo stesso farmaco oppioide che in passato ha messo fine alla vita di Prince.

ESTREMAMENTE PERICOLOSO

Creato negli Anni '60, il fentanyl è un parente stretto della morfina. A differenza di quest'ultimo, però, è prodotto sinteticamente ed è cento volte più potente. Nato come antidolorifico, negli ultimi anni è sempre più spesso utilizzato come droga. La sua potenza, però, lo rende particolarmente pericoloso. Ne basta una pillola, grande quanto una qualsiasi aspirina, per uccidere un uomo. Per questo motivo, i casi di morte da overdose non sono rari: qualche microgrammo segna la differenza tra la vita e la morte.

SPACCIO MORTALE

Detenere del fentanyl, che è un farmaco, non è illegale se questo è stato regolarmente prescritto dal medico. Come sottolineato dal Washington Post, il fentanyl viene prescritto raramente, eppure solo nel 2014 ha causato da solo 700 vittime tra i pazienti che erano curati con l'oppioide. A questo, si somma il problema dello spaccio, che negli ultimi anni è diventato sempre più grave. Come riporta il Post, nel 2014 22 persone in Pennsylvania sono state uccise nel giro di una settimana da eroina mischiata a fentanyl. Tra il 2005 e il 2007, invece, si registrarono 1000 morti di overdose. Tutti avevano assunto del fentanyl prodotto da un laboratorio messicano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso