Sessismo

Sessismo

25 Gennaio Gen 2018 1345 25 gennaio 2018

Sessismo, il controverso post del fumettista Labadessa

L'autore ha pubblicato su Facebook uno status in cui immaginava l'esistenza di un'app che addormentava le ragazze di cui si invaghiva. Poi ha chiesto scusa.

  • ...
Labadessa Sessismo

Brutto scivolone per Mattia Labadessa, fumettista napoletano diventato famoso soprattutto sui social grazie alle sue strip: «Dovrebbero inventare un'app per smartphone che se vedi una ragazza carina in metropolitana e te ne innamori ti dice chi è, quanti anni ha, poi la addormenta e ti fa fare sesso con lei». Una battuta discutibile, ancora più stridente considerato il momento storico che stiamo vivendo, che da molti è stata letta come una vera e propria apologia dello stupro. E infatti le accuse a Labadessa non hanno tardato ad arrivare.

Se non ho scritto qualcosa prima non è perché “ho eliminato il post e sono sparito” (come molti hanno scritto in queste...

Geplaatst door Mattia Labadessa op woensdag 24 januari 2018

«VOLEVO EVIDENZIARE UNA FOLLIA»

È stata la redazione di Bossy, che si definisce come un portale femminista intersezionale, ad attaccare per prima il fumettista, ma come riporta Fumettologica, anche da parte degli utenti le critiche non sono mancate. Labadessa ha eliminato il post nel giro di poco tempo, chiedendo scusa e cercando di spiegare che cosa ha portato alla pubblicazione del post: «Nella mia (a quanto pare bacata) testa l’ironia stava proprio in questo, “proporre un’app improponibile”. Sottolineare, evidenziare una follia. Non giustificarla, non legittimarla, solo esasperarla [...] Per me è scontato che lo stupro sia una follia, per me è scontato che lo stupro sia inaccettabile, è così scontato che mi sono preso la briga di parlarne con leggerezza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso