4 Gennaio Gen 2018 1543 04 gennaio 2018

Molestie sessuali: Millennials e Baby boomer non sono d'accordo

Due generazioni si confrontano su uno dei temi più discussi del 2017. E no, non vedono (e non percepiscono) lo stesso problema.

  • ...
Molestie Millennials

Ogni generazione è differente da quella precedente. Cambia la stile di vita, il contesto storico, politico e sociale e cambiano anche le abitudini. Ovviamente, sentendo i racconti e le riflessioni dei 'più grandi', in peggio. Avete mai sentito qualche over 60 dire frasi tipo «si stava meglio quando si stava peggio», oppure incipit come «ai miei tempi», seguiti da mirabolanti aneddoti di un non più tanto recente passato? Ecco, tutto, per loro, sembra andare verso il declino. Eppure la giornalista Rachel Thompson si è accorta che la percezione di determinati comportamenti è cambiata molto tra le Millennials (nate tra il 1985 e il 1996) e le Baby boomers (1945-1964). Ma in meglio. Prendiamo l'esempio delle molestie sessuali, uno dei grandi temi del 2017 (e probabilmente anche del 2018). La Thompson ha scritto su Mashable la sua storia personale: un pranzo in famiglia in cui si discuteva proprio su questo tema. Ascoltando il parere di alcune donne over 50, è venuto fuori che «corriamo il rischio di entrare in un'era di estrema correttezza sessuale, in cui gli uomini si sentiranno sotto costante controllo quando interagiscono con le controparti femminili», scrive la giornalista. Punto di vista che lei non condivide affatto, ovviamente.

MOLESTIA SESSUALE O COMPORTAMENTO LUSINGHIERO?

Ma non c'è da stupirsi visti i risultati della ricerca di YouGov del primo novembre 2017: le donne britanniche più anziane considerano accettabile certi comportamenti, mentre le donne più giovani li ritengono inappropriate. Il wolf-whistle (un uomo che fischia quando vede una donna che reputa attraente) si è rivelato il comportamento più divisivo, con il 74% delle giovani di 18-24 anni e il 59% di quelle di 25-39 anni che lo considerano inappropriato. Ma, tra le over 55, quattro donne su dieci dicono che è accettabile e il 27% ha persino detto che è lusinghiero. Secondo Rachel Thompson, tra gli altri comportamenti tra cui l'ammiccamento, i commenti sull'aspetto fisico e il contatto con il fondoschiena, le donne più anziane hanno più probabilità di dire che non hanno alcun forte sentimento su quei comportamenti, mentre le donne più giovani sono più inclini a trovarle inappropriati. Partendo dalla sua storia personale e leggendo questi dati, la giornalista ha chiesto ad alcune Baby Boomers quali sono i comportamenti che possono essere etichettati come 'molestie sessuali' e cosa pensano delle denunce del 2017.

Se 12 anni fa (2005) mi avesse toccato un ginocchio, mi sarei messa a ridere

Gillian, 65 anni

Una delle intervistate, Gillian, 65 anni, ha detto di essere preoccupata che le recenti storie di molestie sessuali possano scoraggiare gli uomini ad avere qualsiasi forma di contatto con le donne al lavoro. «È triste se un ragazzo non riesce a sorriderle quando è attratto da lei», spiega Gillian. Allo stesso modo, però, sente che è un segno positivo di progresso che le donne, ora, possono fare carriera con la propria esperienza.

In realtà, mi dispiace per gli uomini che devono stare attenti a ogni parola che dicono

Rachel, 59 anni

Rachel, 59 anni, dice che «nessuna donna dovrebbe essere molestata in alcun modo» ma, allo stesso modo, si sente «dispiaciuta per gli uomini» che potrebbero sentirsi sotto esame per ciò che dicono alle donne. Crede anche che certi comportamenti, come il wolf-whistle, non siano offensive. «Se un uomo mi dice 'wow, oggi sei adorabile,' non significa automaticamente che vuole prendermi a letto».

Penso che i comportamenti inappropriati degli uomini e il fatto che le aziende li reputino responsabili siano due cose meravigliose per le donne sul posto di lavoro

Kimberly, 51 anni

A Kimberly, 51 anni, non interessa la reazione degli uomini sul posto di lavoro: «Potrebbero aver bisogno di iniziare a trattare le donne con rispetto e, in realtà, agire come uomini integri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso