31 Dicembre Dic 2017 0903 31 dicembre 2017

Cinque cose da fare a Capodanno (per single)

Sopravvivere al 31 dicembre senza avere una dolce metà è possibile, e anzi, abbastanza facile. Cinque consigli da tenere a mente per la serata.

  • ...
Capodanno Single Cose Da Fare

Non per mettervi ansia, ma se siete arrivate qui, ora, senza ancora un programma definitivo per la mezzanotte del 31 dicembre, potrebbe volerci un grande sforzo organizzativo (e una grande fortunata) per salvare il vostro Capodanno. Visto che però, per molte cose non è mai troppo tardi, e organizzare una serata di festeggiamenti rientra in questa categoria, non disperate. Soprattutto, se la vostra attuale condizione sentimentale non è delle più rosee: cioè se siete single e avete cercato di rimandare l'argomento fino all'ultimo. Ecco, siamo l'ultimo. Qui abbiamo raccolto qualche consiglio da attuare in extremis per sopravvivere alla veglia dell'anno nuovo senza avere al fianco un lui o una lei da baciare alla fine del conto alla rovescia.

FESTEGGIATE CON GLI AMICI (ANCHE SE SONO COPPIE)

Può capitare che per una sfortunata serie di eventi siate le uniche single della vostra compagnia, mentre tutti sono arrivati al Capodanno felicemente accoppiati. Non disperate. L'unico momento da temere, alla fine, è il brindisi di mezzanotte in cui per forza di cose vi troverete a non baciare nessuno. Intanto, una buona soluzione è attaccarsi al bicchiere: mentre i vostri amici si scambiano baci augurali voi fatevi uno shot di champagne. E, comunque, sarà un passaggio sofferto, ma veloce. Difficilmente i vostri compagni di serata si metteranno a limonare per cinque minuti. Dategli 30 secondi e poi ricordategli che anche voi volete brindare. Consiglio, uno vero: provate a vedere se qualche altra volta conoscenza spaiata è libera per la serata: mal comune mezzo gaudio.

ORGANIZZATE UNA FESTA

Se volete essere l'anima della serata ed essere sicure di divertirvi anche se non siete accompagnate, cercate di creare voi stesse l'occasione. In cambio di un po' di stress organizzativo (scegliere la location, offrire casa, preparare cocktail e cena) potrete avere il controllo della situazione. E, cosa più importante, avere in mano la lista degli invitati: potrete chiedere a quell'amico dell'amico di portare quel suo cugino visto in foto su Facebook.

LA GITA FUORI PORTA

Se la prospettiva di restare in città con i (soliti) amici e le (solite) coppie proprio è insostenibile, la soluzione è non essere fisicamente presenti allo scoccare della mezzanotte. Una fuga con alcune amiche altrettanto single in qualche località vicina è la soluzione migliore per sottrarsi alla visione di tutto quell'amore. Potrebbe essere la volta buona per rivedere quella compagna di università che si è trasferita, o quella collega che vi invita sempre a casa sua. Cambiare aria, e volti, potrebbe portare anche qualche sorpresa imprevista.

FESTEGGIARE IN FAMIGLIA

Certo, non è quello che uno si aspetta di fare a Capodanno a 20-25 anni, ma se tutte le opzioni precedenti sono andate male, non è un programma poi così male. Sempre meglio, ammettiamolo, di guardare Netflix tutta la sera, anche se vogliamo convincerci del contrario. Stare in famiglia e tornare a casa, sopratutto quando si manca da un po', è sempre bello. In più, il menù preparato da mamma sarà sempre meglio di qualsiasi combo popcorn-patatine che potreste trovare da amici e conoscenti. Degli alcolici occupatevene voi: vedere i genitori alticci è sempre un bello spettacolo.

COCCOLARSI, MOLTO

Se tutto questo non dovesse bastare per risollevarvi il morale, ricordatevi che, comunque, Capodanno è una sera come un'altra. Dalla sera alla mattina difficilmente cambierà davvero qualcosa, quindi l'importante è non lasciarsi scoraggiare. Per risollevarvi il morale, passate la giornata del 31 a coccolarvi: fate shopping, tanto, andate nel vostro ristorante preferito senza preoccuparvi del conto, concedetevi una giornata alle terme, o anche solo a un centro massaggi. Affrontare il veglione sarà un pochino più facile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso