Scandalo Weinstein

Scandalo Weinstein

21 Novembre Nov 2017 1700 21 novembre 2017

Oliver Stone, nuove accuse di molestie da Melissa Gilbert

L'attrice contro il regista statunitense, che durante un provino le chiese di mettersi a quattro zampe per interpretare una scena.

  • ...
Oliver Stone Molestie Sessuali

Non si arrestano le accuse di molestie sessuali a carico di Oliver Stone. L'ultima a puntare il dito contro il celebre regista statunitense è l'attrice Melissa Gilbert, che ha raccontato nel corso di un'intervista radiofonica all'Andy Cohen Radio Andy un'esperienza che risale al 1991. All'epoca Gilbert sostenne un provino per una parte nel film The Doors. Oliver Stone le chiese di recitare una parte che, a suo dire, era stata scritta apposta per lei e che prevedeva che si mettesse a quattro zampe pronunciando le parole: «Prendimi, baby».
Melissa ha spiegato di essersi sentita molto umiliata, di essersi rifiutata e di aver lasciato il provino in lacrime. Il ruolo, poi, andò a Meg Ryan.

LE ACCUSE DI CARRIE STEVENS

L'accusa di Melissa Gilbert fa seguito a quelle di Carrie Stevens e Patricia Arquette. Carrie Stevens è una ex modella e playmate che ha deciso di raccontare la sua esperienza quando Oliver Stone, dopo aver inizialmente difeso Weinstein, ha deciso poi di condannarlo. Anche l'esperienza di Carrie Stevens risale ai primi Anni '90. Durante un party, ha raccontato la ex modella, Stone la fissò con insistenza, poi le si avvicino e, invece di presentarsi, le palpò un seno.

IL RACCONTO DI PATRICIA ARQUETTE

Patricia Arquette, invece, ha raccontato che Stone provò in passato a reclutarla per un film dalla forte connotazione erotica. Dopo un incontro descritto come «molto professionale», Stone le inviò un mazzo di rose e la invitò a una proiezione di un suo film, Assassini nati. Arquette decise di portarsi dietro il suo fidanzato dell'epoca, una decisione che Stone non accolse favorevolmente. Arquette non prese parte al film.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso