We Can Do It!

Diritti

14 Novembre Nov 2017 1512 14 novembre 2017

Casa Internazionale delle Donne, perché salvarla

L'organizzazione che aiuta da 30 anni migliaia di donne rischia lo sfratto. I motivi per tenerla in vita e salvaguardarla, però, non mancano.

  • ...
Casa Internazionale Delle Donne Di Roma

Si prospetta una vigilia di Natale triste e amarissima per chi si batte per l'uguaglianza di genere: la Casa Internazionale delle Donne di Roma è sotto sfratto. Il 6 novembre il Campidoglio ha richiesto il pagamento di 800 mila euro di arretrati entro 30 giorni. Un debito difficilissimo da ripianare, e che potrebbe vedere il forte ridimensionamento, se non addirittura la fine, di una realtà che nell'arco di 30 anni ha prestato aiuto a tantissime donne in difficoltà. Donne che potrebbero perdere un punto di riferimento importante. Ed è solo uno dei motivi per cui, invece, la Casa Internazionale delle Donne va salvata.

PER I SERVIZI CHE OFFRE

Sono tanti, e fondamentali: ci sono l'assistenza medica e legale, completamente gratuite, ma anche il sostegno e l'accoglienza alle donne in difficoltà. Grande importanza riveste l'orientamento per la formazione di imprenditoria femminile, l'attenzione all'artigianato e le iniziative culturali. A cui si somma anche la memoria di un archivio sulla storia del femminismo a partire dagli anni ’60 che è tra i più completi in assoluto.

PER IL VALORE DEI SERVIZI

Come ha spiegato la presidenta Francesca Romana Koch in un'intervista al Corriere della Sera: «Paghiamo tremila euro invece di settemila, ma i nostri servizi sono quantificati in un valore economico per 700mila euro l’anno».

PERCHÉ VI SI DISCUTONO TEMI CRUCIALI PER LE DONNE

Presso la Casa Internazionale, le discussioni sull'autodeterminazione e sulla salute riproduttiva sono all'ordine del giorno. E negli ultimi tempi sono diventati centrali anche i temi del sessismo, dell'assistenza alle donne vittime di violenza, della lotta alle mafie.

PERCHÉ VI SI DISCUTONO TEMI CRUCIALI PER ROMA

In una città difficile e sempre più in crisi come Roma, la Casa delle Donne affronta e discute problematiche urgenti come la giustizia ambientale, l’organizzazione urbana e il rinnovamento della città. Un urbanizzazione sostenibile può passare anche dai movimenti femministi, specie per una città a misura di donna.

PERCHÉ HA SEMPRE FUNZIONATO BENE

Come ha spiegato la stessa Casa Internazionale in un comunicato: «Da oltre trent’anni questo luogo, unico in Europa, rappresenta un punto di riferimento delle donne italiane e straniere e del femminismo internazionale. La Casa è da tutti apprezzata e riconosciuta per la sua capacità di autogestione e per avere mantenuto in ottimo stato un bene pubblico frequentato annualmente da oltre 30.000 persone. Per decenni questo luogo è stato salvato, conservato, restaurato, reso vivo e frequentato, sottratto al degrado cui sono andati incontro tanti beni pubblici della nostra città.». Che fine farebbe la parte secentesca di via della Lungara? Che progetti ha il Comune per evitare il successivo e prevedibile degrado?

PERCHÉ CE N'È BISOGNO ORA PIÙ CHE MAI

Il gender gap; la colpevolizzazione delle vittime donne; il sessismo; è un momento storico cruciale per i diritti delle donne e la parità di genere. Ora che sui media le donne cercano di far sentire la propria voce, si trovano a dover rispondere a chi cerca di gridare loro sopra e sminuire le loro rivendicazioni. Sfrattare la Casa Internazionale sembra quasi un atto di guerra nei confronti di questo movimento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso