3 Novembre Nov 2017 1736 03 novembre 2017

Ivanka Trump in Giappone: solo donne come guardie del corpo

Ha anticipato di due giorni l'arrivo del padre a Tokyo. La stampa nipponica la ama, e il Governo le ha preparato una squadra speciale d'eccezione.

  • ...
Ivanka Trump Guardie Del Corpo

Il Giappone va matto per Ivanka Trump. Almeno, così si legge su giornali e siti americani e nipponici. La figlia preferita di Donald è arrivata a Tokyo giovedì 2 novembre, anticipando il padre e la First Lady Melania nel loro primo viaggio istituzionale in Asia. Una mossa dettata da impegni diplomatici (Ivanka era fra gli ospiti più attesi del WAW!- World Assembly for Women), ma anche mediatici: con i suoi capelli biondi, gli occhi da cerbiatta e i suoi modi posati, la piccola Trump sta facendo impazzire la stampa del Sol Levante. Che l'ha seguita in ogni suo spostamento sin dall'atterraggio a Narita. Ivanka Trump, secondo i commentarori giapponesi, avrebbe spianato la strada per l'arrivo del Presidente, facendo leva sul fascino che la sua fama glamour esercita non solo sul popolo nipponico, ma anche sul primo ministro Shinzo Abe. Secondo molti, i rapporti fra i due capi di Stato sarebbe stati incentivati dalla donna. Come ha detto Katsuya Konishi su TV Asahi: «Il Presidente Trump non amava il Giappone all'inizio. Ma ha cambiato idea, pian piano. Credo che sia stata l'influenza di sua figlia. Gli ha detto consigliato di prestare ascolto al nostro Primo Ministro».

IVANKA'S ANGELS

E se il suo discorso in favore della parità di genere è stato molto apprezzato durante il WAW e i suoi look hanno superato il rigido esame dell'etichetta diplomatica, tra le cose che stanno facendo più parlare del viaggio di Ivanka Trump in Giappone ci sono le sue guardie del corpo. Tokyo, infatti, ha messo a disposizione della First Daughter americana una task force completamente al femminile. Una squadra che la polizia cittadina sta preparando in vista delle Olimpiadi del 2020, che si terranno proprio nella Capitale giapponese. Come ha commentanto Jonathan Wackrow sulla CNN: «Di solito, fornendo questo tipo di unità, le forze dell'ordine cercano di essere rispettose e non troppo invadenti. Ritengono che sia più accogliente avere un squadra tutta al femminile, e non è così inusuale». Prima dell'arrivo di Ivanka, le agenti avevano fornito una dimostrazione alla stampa nella giornata di mercoledì 1 novembre. Completi neri e camicie bianche, hanno simulato un'azione di difesa. Che dire, Lady Trump è in buone mani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso