31 Ottobre Ott 2017 1655 31 ottobre 2017

Se le donne diventassero più forti degli uomini

Avere più muscoli può aiutare ad avere più diritti femminili? Alcuni esperti se lo sono chiesti e la conclusione è che il fisico non conta.

  • ...
Donne Più Forti Uomini

Immaginate un mondo in cui le donne sollevano tronchi d’albero e spostano le macchine parcheggiate in doppia fila con la forza delle braccia. O, in modo meno vistoso, sono le protagoniste del campionato di calcio più seguito e siedono ai principali posti di comando. Cose che potrebbero succedere se le donne diventassero più forti degli uomini. Un ribaltamento dei ruoli tradizionali che segna la fine delle odiose definizioni di ‘sesso debole’ e ‘gentilsesso’. Si diventa forzute e si capovolge la società. Un’immagine suggestiva che fa pensare a ruoli invertiti in tutti i campi: papà che restano a casa coi bambini malati, presidenti donne, la fine delle guerre grazie a delle generalesse a capo dell’esercito. Sempre, però, che l’origine di violenze e soprusi sia davvero solo una questione di fisico. Rachel Nuwer, della BBC, ha chiesto a ricercatori ed esperti di genere cosa ne pensano e ha scoperto che avere meno muscoli, per le donne, non è poi l’ostacolo più grande.

LA NATURA CI HA GIÀ PENSATO

Se le donne fossero più forti degli uomini dovrebbero innanzitutto essere più grandi. Perché una massa muscolare sviluppata ha bisogno di ossa grosse a farle da supporto. Quindi si vedrebbero in giro delle valchirie superare i loro compagni per altezza e larghezza. In realtà non ci sarebbe nulla di strano: in natura succede nella maggior parte delle specie. Siccome gli esemplari femminili devono contenere le uova sono più grandi di quelli maschili e l’unica eccezione sono i vertebrati terrestri. In questo caso, i maschi sviluppano un’ossatura e una muscolatura maggiore, mentre le femmine iniziano ad accumulare riserve di grasso. Il motivo è sempre lo stesso: ottimizzare la riproduzione. Un eventuale aumento dei muscoli nelle donne porterebbe, però, a un livello maggiore di testosterone e questo per il genere umano sarebbe un problema: sballando gli ormoni, riprodursi diventa davvero difficile.

AVERE IL PHYSIQUE DU RÔLE

Immaginiamo che i bambini nascano comunque. In un mondo in cui le donne sono più forti degli uomini, le mogli vanno al lavoro e i padri rimangono a casa ad occuparsi dei figli. Tuttavia, ritenerla un’illusione possibile solo in un mondo rovesciato è un errore perché in questo caso i muscoli non c’entrano. Al giorno d’oggi per ricoprire incarichi di responsabilità il fisico non conta e la tecnologia può alleggerire molti dei lavori più gravosi. Servono capacità mentali e in questo i due sessi sono uguali. A creare ancora un senso di superiorità nei confronti del genere femminile contribuiscono quindi altri fattori, psicologici e culturali. Che fanno sì che alcune situazioni siano accettate solo perché sono un’abitudine.

LA LEGGE DEL PIÙ FORTE

Per Michael Bang Petersen, docente di scienze politiche all’università di Aarhus, tuttavia, a volte la forza fisica può influire sui ragionamenti. Ad esempio, secondo il professore, gli uomini con una massa muscolare più sviluppata spesso favoriscono le politiche che agevolano i più vigorosi. Cioè loro stessi. Una conseguenza che può essere cercata nella selezione naturale: «Gli uomini non sono più violenti perché sono più forti, ma sono più forti perché hanno dovuto essere più violenti nella storia dell’evoluzione», spiega Petersen.

SE SEI TROPPO BRAVA NON SEI SEXY

Proprio l’evoluzione, però, sta portando le differenze fra i sessi ad assottigliarsi e anche il fisico femminile sta diventando più muscoloso. A diventare più forte nelle donne, tuttavia, è soprattutto il carattere. Un aspetto che non sempre gli uomini sono disposti ad accettare. Daphne Fairbairn, professoressa di biologia presso l’università della California, racconta che sua figlia fa fatica a trovare un compagno perché laureata, sportiva e indipendente, e spesso agli appuntamenti vede le sue qualità sminuite perché «poco sexy».

QUANDO IL GIOCO SI FA DURO

Sotto i colpi della tecnologia e delle battaglie per i diritti femminili, gli uomini vedono il loro ruolo dominante vacillare. Per questo alcuni cercano rassicurazioni o in donne remissive, o in quegli sport violenti dove la prestanza fisica fa ancora la differenza. Sarebbe questa la spiegazione dell’interesse tutto maschile per il football americano o la boxe secondo Jackson Katz, presidente della compagnia MVP Strategies che si occupa di prevenzione per la violenza di genere. Il ragionamento in questo caso è: «Posso avere un capo donna, colleghe migliori di me, una moglie che ha maggiori responsabilità. Ma almeno nessuna di loro può giocare a football», spiega Katz.

LASCIATEGLI IL CALCIO, PUNTATE PIÙ IN ALTO

E pazienza per il calcio e la lotta greco-romana, la disparità di genere si combatte su altri fronti. Per superarla, però, non è necessario che le donne diventino più forti fisicamente. Come non serve aumentare la muscolatura femminile per eliminare i casi di violenza e avere più diritti. Primo, perché anche le donne sanno essere violente. Secondo, perché nelle società più complesse, dove dominano la pace e la democrazia, l’aggressione fisica non è più un requisito importante. Qui le donne possono diventare leader politici e assumere i ruoli di comando. Questo è il vero obiettivo per cui impegnarsi. Con tutte le proprie forze. Se poi nella coppia uno dei due ha le spalle più larghe vorrà dire che sarà lui a farsi carico delle buste della spesa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso