Scandalo Weinstein

Scandalo Weinstein

23 Ottobre Ott 2017 1117 23 ottobre 2017

Chi è Giovanna Rei, vittima italiana di Weinstein

L'attrice ha raccontato le molestie del produttore americano ai microfoni delle Iene. Il suo è un volto molto noto della fiction nostrana.

  • ...
Giovanna Rei Video Iene

Chi prima, chi dopo, anche in Italia tutti si sono concentrati sullo scandalo Weinstein. Anzi, spesso più sulle vittime che sull’aggressore. La valanga di polemiche arrivate contro Asia Argento le hanno addirittura fatto lasciare il nostro Paese. Oltre a lei, però, altre connazionali hanno accusato il famoso produttore americano, mentre altre hanno puntato il dito contro registi italiani. Le Iene, nella puntata di domenica 22 ottobre, hanno dato spazio ad alcune testimonianze di abusi e molestie: Giovanna Rei, Giorgia Ferrero e Tea Falco hanno raccontato al microfono di Dino Giarrusso le loro storie. La prima, in particolare, ha avuto la sfortuna di subire proprio le 'attenzioni' di Harvey Weinstein, che una sera, secondo il suo solito schema, cercò di violentarla nella sua camera di albergo. Lei riuscì a scappare, ma il ricordo di quella notte di paura rimane.

LA SCOPERTA DEL TEATRO COME TERAPIA

Giovanna Rei, classe 1975, ha ricordato più volte l'ultima frase che Weinstein le disse «Allora è vero che le donne napoletane sono così toste». Un saluto che sapeva di sfida, piuttosto che di scuse per quello che le aveva appena fatto. E la Rei è, effettivamente, napoletana doc: tutt'ora vive nel quartiere Chiaia, con il fidanzato Vittorio e i suoi due cani, Spank e Tony.
Capelli corvini e occhi scuri, si avvicinò alla recitazione grazie al teatro. I primi passi della sua carriera avvennero sui palchi napoletani, dove interpretò moltissimi personaggi. Un destino che non aveva neanche messo in conto. Il suo sogno di bambina era fare l'architetto, ma in cui si rifugiò dopo la perdita della sorella minore, stroncata dalla leucemia. Il mondo dietro al sipario diventò per lei un luogo dove trovare rifugio e consolazione da quel dolore.

L'ARRIVO IN TELEVISIONE E IL SUO PERIODO D'ORO

Il 1996 fu per Giovanna Rei l'anno della consacrazione, con l'arrivo sul piccolo schermo. Era un periodo d'oro per la televisione e così anche per l'attrice napoletana. La prima apparizione fu in Un posto al sole, nei panni di Sonia Campo. Da quel momento, per i 20 anni successivi, la vediamo in produzioni molto note, sia in Rai che Mediaset. Per fare alcuni nomi: La piovra 9, Il bello delle donne, Camera Cafè (era Giovanna, la centralinista), Elisa di Rivombrosa e Sei forte maestro. Per ultimo, un altro grande classico della tv italiana, Don Matteo. E, sullo sfondo, anche il cinema. Con Ricky Tognazzi il film sul caso Enzo Tortora, con Carlo Vanzina è fra le protagoniste della commedia Quello che le ragazze non dicono. Una carriera ricchi di ruoli. Ma con quell'unico incontro spiacevole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso