19 Ottobre Ott 2017 1708 19 ottobre 2017

Molestie sessuali in strada: una legge dopo il caso Weinstein

Si studia in Francia dove certi tipi di abusi non sono regolamentati. Il dibattito aperto dopo lo scandalo hollywoodiano.

  • ...
Ruth Orkin American Girl In Italy

Poliziotti, politici, magistrati. Tutti insieme per studiare una nuova legge che definisca le molestie sessuali in strada. Succede in Francia, dove non c’è un regolamento specifico e dove il dibattito sul tema, come del resto in tutto il mondo, è prepotentemente tornato d’attualità dopo lo caso Weinstein. Che, per quanto gli scandali non portino mai niente di buono, almeno è servito a riaccendere i riflettori sulle violenze di genere perpetrate sulle donne. Tra queste anche quelle verbali o quegli atteggiamenti tipo fischi e urletti (in inglese si identificherebbero con il termine catcalling) che, al momento, non rientrano tra le più comuni molestie.

IL CONFINE DELLA MOLESTIA

Non solo. L’idea, come si legge sulle colonne del quotidiano francese La Croix, è che «la società ridefinisca innanzitutto ciò che è accettabile o no». E a spiegare meglio il concetto a radio RTL è la ministra per la parità di genere Marlène Schiappa: «Questo processo è decisamente necessario perché al momento le molestie in strada non sono definite dalla legge. Ovvero, attualmente non possiamo fare una denuncia». Concettualmente, sostiene ancora la ministra, «conosciamo quale differenza c’è tra le molestie sessuali e il semplice flirtare. Così come un individuo sa benissimo a che punto inizia a sentirsi intimidito, turbato o in pericolo per strada». La necessità di una legge nasce dal fatto, dunque, di mettere nero su bianco che un uomo che segue una donna per diversi isolati o che le chiede il numero di telefono una ventina di volte sia passibile di denuncia.

TI DENUNCIO QUANDO VOGLIO

Oltre a cercare di frenare le molestie, la nuova legge estenderebbe la quantità di tempo necessaria per presentare una denuncia, aumentando il limite da 20 a 30 anni dopo che l’abusato, quando minorenne, abbia raggiunto la maggiore età. Rendere ancora più restrittive e definite le norme sulle violenze, soprattutto quelle in strada, è dunque una priorità del governo francese ribadita anche dal presidente francese Emmanuel Macron durante la sua prima intervista aprrofondita in televisione. Occasione nella quale ha annunciato che avrebbe spogliato Harvey Weinstein del suo prestigioso premio Légion D'Honneur alla luce delle accuse nei suoi confronti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso