5 Ottobre Ott 2017 1302 05 ottobre 2017

Molestie per strada: il profilo Instagram che le denuncia

Il progetto della 22enne Noa Jansma si chiama @dearcatcallers. Nei selfie, oltre alla ragazza, c'è anche chi l'ha importunata.

  • ...
Noa Jansma

Noa Jansma è una ragazza olandese di 22 anni. Ha un profilo Instagram, dove posta suoi selfie. Le foto caricate sono 24, e ognuna ha il suo viso in primo piano. Sembrerebbe un account qualunque, di una giovane donna come tante. Ma quello di Noa non è narcisimo: è un progetto di denuncia. Negli scatti, infatti, non è mai sola. Con lei, su @dearcatcallers, ci finiscono tutti gli uomini che l'hanno molestata per strada. «Ciao bella», «Amore», «Tesoro», frasi e parole che vengono sussurate all'orecchio o urlate da una macchina in corsa. Poi il «catcaller» sparisce, se ne va e passa oltre. Quello che resta è la rabbia che qualcuno possa credere di dirti quello che vuole, quando vuole. Questa rabbia Jansma ha deciso di non tenerla per sè, ma di raccontarla al mondo in una delle piazze più frequentati di oggi: i social. Ogni volta che qualcuno l'ha infastidita mentre camminava, mentre era seduta a un bar o alla fermata dell'autobus, si è fatta una foto. E ha fotografato anche chi l'aveva appena importunata.

IN POSA E COL SORRISO

Quello che sconcerta, guardando i post di @dearcatcallers, è che gli uomini immortalati da Noa Jansma spesso sono sorridenti, in posa, con le due dita alzate in segno di vittoria. Come se fosse uno scatto di gruppo, una foto ricordo, qualcosa di cui essere felici. Mentre invece sono solo persone che hanno appena molestato una ragazza per strada. Quello che manca, a loro e in generale, è la cognizione che quelle parole dette a mezza bocca, quasi per scherzo, sono un insulto vero e proprio. E una violenza. Nella prima immagine caricata, ha spiegato: «Questo profilo Instagram ha l'obiettivo di aumentare consapevolezza sull'oggettificazione della donna nella vita di tutto i giorni. Visto che molte persone ancora non si rendono conto quanto spesso e in che situazioni avvengono le molestie per strada, mostrerò i miei molestatori per tutto un mese».

IL PASSAGGIO DI TESTIMONE

Terminato settembre, Noa Jansma ha detto addio a @dearcatcallers, ma non alla voglia di denunciare il fenomeno. Trasformando il profilo in una voce per tutte le donne che vorranno usarla. Nell'ultimo post caricato, l'olandese ha spiegato che è in corso un passaggio di testimone, per dare l'account in mano a qualcun'altra, in un'altra parte del mondo. Dove però le molestie sono sempre le stesse.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso