We Can Do It!

Diritti

2 Ottobre Ott 2017 1720 02 ottobre 2017

Eutanasia: morta in Belgio Anne Bert, scrittrice francese

Aveva 59 e ed era famosa per i suoi libri erotici. Dopo una lunga battaglia con la Sindrome di Charcot ha scelto di morire come voleva.

  • ...
Annebert

Quando il tuo Paese non ti dà dei diritti, devi per forza andare via. Anche se sia tratta dell'eutanasia, cioè la «morte volontaria di malati terminali o cronici in presenza di assistenza medica», come spiega il dizionario di Google. La scrittrice Anne Bert ha scelto questa via ma la Francia, la sua Francia, non le ha permesso di andarsene come voleva. Ha deciso quindi di andare in Belgio, dove si può scegliere. Aveva 59 anni ed era malata da tempo: aveva la Sindrome di Charcot, una grave malattia degenerativa. Era famosa, anche in Italia, per i suoi romanzi erotici come L'Eau à la bouche (2009), Épilogue (2013) e S'inventer un autre jour (2013).

ANNE BERT E LA LETTERA AL PRESIDENTE MACRON

Anne Bert, a marzo 2017, aveva mandato una lettera ai cinque candidati all'Eliseo (Emmanuel Macron, Marine Le Pen, Jean-Luc Melenchon, Franois Fillon e Benot Hamon) per riportare nel dibattito pubblico e politico il tema dell'eutanasia. Si chiedeva: «Addormentare un malato per lasciarlo morire di fame e di sete sia davvero più rispettoso della vita che porvi fine tramite l'amministrazione di un prodotto letale?».

L'EUTANASIA IN FRANCIA E IN ITALIA

Ma Anne Bert non è l'unica. Sì, perché in Francia la situazione è molto simile a quella italiana: non si può scegliere come morire. Come nel caso di dj Fabo, nome d'arte di Fabiano Antoniani, che Il 27 febbraio 2017 è morto in una clinica in Svizzera. Cieco e tetraplegico a causa di un incidente, il 39enne è stato costretto a emigrare per farsi riconoscere il diritto all'eutanasia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso