29 Settembre Set 2017 1731 29 settembre 2017

Oprah Winfrey prossimo presidente degli Stati Uniti? Perché no...

Il New York Post l'ha definita «la miglior speranza» per il Partito Democratico. Sarà lei a sfidare Donald Trump nel 2020? 

  • ...
Oprah Winfrey prossimo presidente Stati Uniti

Carisma, autorevolezza e, sopratutto, popolarità. Se vi mancano queste tre caratteriste, purtroppo, la carriera politica non fa per voi. Meglio lasciare spazio a celebrità come Oprah Winfrey, volto noto del piccolo schermo americano, che ancora non ha risposto a una domanda che in tanti si chiedono: sarà lei la candidata del Partito Democratico degli Stati Uniti nel 2020? Sarà lei che sfiderà Donald Trump per un posto alla Casa Bianca? Certo, siamo a settembre 2017 e il mandato del tycoon è iniziato da pochi mesi ma è bene pensare già al dopo-Clinton. E già nei mesi scorsi è partito il totonome: Michelle Obama? George Clooney? Gregg Popovich? No, no e ancora no. Secondo quanto si legge in un editoriale del New York Post, «la migliore speranza dei democratici per il 2020» è proprio Oprah Winfrey.

La presentatrice, 63 anni, è uno dei personaggi più influenti del Paese. E sembra aver preso bene l'augurio di John Podhoretz: «Grazie per il tuo voto di fiducia», ha scritto su Twitter. Una risposta piuttosto sibillina ma che fa ben sperare (e sognare) gli elettori democratici. Ma c'è anche chi, come Nate Silver, fondatore di fivethirtyeight.com, uno dei più autorevoli siti di statistica e previsione politica, ha già dato per buona la sua candidatura.

Ma attenzione. Se state pensando che sia solo una manovra mediatica, vi sbagliate di grosso. Oprah Winfrey non è soltanto una celebrità del piccolo schermo: il suo impegno sociale e politico è ben noto negli Stati Uniti. Tanto che nel 2011 ha vinto addirittura un Oscar per aver supportato «iniziative nel campo dell'istruzione e della diffusione della consapevolezza dei problemi delle donne e dei bambini in tutto il mondo». E, a dirla tutta, è anche un 'donna di partito'. Vi ricordate un certo Barack Obama? Ecco, proprio grazie a lei, è riuscito a ottenere più di un milione di voti alle primarie del 2008, quando era ancora un outsider. Poi è arrivata la candidatura, l'elezione e la rielezione. Quindi Oprah, qualcosa di politica sa: lo ha già dimostrato da dietro le quinte. E se la prossima volta ci mettesse la faccia?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso