27 Settembre Set 2017 1853 27 settembre 2017

Maternità surrogata: Natalie Massenet, il figlio arriva a 52 anni

L'imprenditrice di successo che nel 2000 ha fondato il sito di moda di lusso Net-a-porter, ha dato il benvenuto su Instagram al neonato avuto dal fotografo Erik Torstensson. A portare avanti la gravidanza è stata un'altra donna, che la Dame definisce «un aiuto molto generoso».

  • ...
Natalie Massenet

Avere un figlio a 52 anni si può, grazie alla maternità surrogata. Così Natalie Massenet su Instagram dà il benvenuto al primo figlio avuto dal secondo marito, il 38enne Erik Torstensson, ringraziando la donna che ha prestato il proprio corpo. Il piccolo Jet Everest, nato il 15 settembre (ma l'annuncio è stato dato solo il 26 settembre), ha due genitori affiatati, brillanti e famosi nel mondo della moda. La mamma è la fondatrice di Net-a-porter, sito per abbigliamento di lusso che in 17 anni ha raggiunto un fatturato di 950 milioni di sterline. Papà Erik è fotografo, grafico e fondatore del Saturday group. Per quanto si sia in forma, tuttavia, l’orologio biologico femminile ticchetta e 52 anni sono tanti. La natura ha già messo i suoi limiti che la scienza, però, permette di superare. Come succede nel Regno Unito, dove è possibile fare richiesta di un bambino la cui gravidanza verrà portata avanti da una madre ‘in prestito’.

UNA QUESTIONE DELICATA

Un dibattito che va affrontato con cautela, come ogni volta che entrano in gioco il corso prestabilito dalla natura, i sentimenti umani e il progresso della scienza. Quando è giusto porre un limite e accettare la normalità delle cose e quando invece ha senso sfruttare le potenzialità che la ricerca mette a disposizione dell’uomo? Si può esprimere giudizi su una questione tanto personale e intima come il desiderio di maternità? No. Però viene istintivo chiedersi se questa non era una famiglia perfetta per un’adozione.

INGLESE PER NASCITA E PER AMORE

Quella di Mrs Massenet, infatti, è una storia da romanzo. Una donna che si è fatta da sola. Inglese da parte di madre, nata a Los Angeles ma cresciuta a Parigi, a 11 anni era tornata a vivere in California con il papà. Ma un colpo di fulmine con quello che sarebbe diventato il suo primo marito, il finanziere francese Arnaud Massenet, l’aveva poi convinta a trasferirsi in Inghilterra. Insieme i due hanno avuto due figlie, Isabella e Ava, che oggi hanno 17 e 11 anni.

UNA DONNA IN CARRIERA

Natalie ha attraversato il mondo inseguendo una carriera sempre a cavallo fra il mondo dell’informazione e quello della moda. Commessa negli anni dell’università, stilista e modella in Giappone, giornalista e collega del fotografo Mario Testino in Italia, quando si è stabilita Oltremanica si è inserita nella rivista Tatler. Il suo pubblico di riferimento erano le classi medio-alte e quando ha deciso di mettersi in proprio e aprire il proprio sito ha puntato a una moda di lusso.

START-UP DI LUSSO

Due impiegati, molta inesperienza ma un grande entusiasmo, Net-a-porter è quella che oggi verrebbe chiamata una start-up. I consigli per iniziare le sono arrivati dall’ex-marito (quello attuale lo ha conosciuto mentre promuoveva lo spin-off maschile del sito, Mr Porter) e l'exploit nell'industria della moda le è valso l'ingresso nell’Ordine dell’Impero britannico. Donna dell’anno nel 2013 per Glamour US e fra le 100 persone più influenti del 2014 per il Time, Lady Massenet l’anno successivo si è ritirata dalla carica di presidente del sito di cui è fondatrice. Adesso, la mamma 52enne ha un impegno in meno e più tempo da dedicare al figlio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso