12 Settembre Set 2017 1121 12 settembre 2017

Svezia, scoperto l'unico scheletro di una donna guerriera vichinga

Spada, lancia, martello, coltelli, arco e frecce: non le mancava niente. Un ritrovamento archelogico smentisce le convinzioni storiche sul popolo nordico: i combattenti non erano solo uomini.

  • ...
Lagertha

Ci sono voluti millenni, centinaia di tombe disseppellite e innumerevoli dibattiti accademici, ma finalmente la storia rende giustizia alle donne. Gli antropologi confermano: anche loro sono state guerriere. Uno scheletro, in particolare, ha attirato l’attenzione degli studiosi. Si tratta di una vichinga, trovata con armamenti e decori tipici di un lottatore. Si era sempre pensato che quel popolo non lasciasse spazio a mogli e figlie per i ruoli di potere, ma c’è da ricredersi. Il test del dna parla chiaro: quelle ossa sono femminili. L’American Journal of Physical Anthropology ha descritto la ragazza come «eccezionalmente fornita dell’attrezzatura completa per un combattente professionista».

ARMATA FINO AI DENTI

Spada, lancia, martello, coltelli, arco e frecce: non le mancava niente. Non abbastanza: la guerriera è stata seppellita anche con due cavalli, un maschio e una femmina, fortemente simbolici nell’iconografia dei lottatori vichinghi. L’hanno chiamata Bj 581, ma nonostante il nome da provetta di laboratorio, la defunta ha conquistato l’affetto dell’opinione pubblica, entusiasta della scoperta.

UNA VERA KHALEESI

C’è chi già si spende a chiamarla la «Khaleesi dei vichinghi» perché, proprio come la regina dei draghi della serie tivù Games of Thrones, rappresenterebbe il potere femminile. Ma non solo, l’hanno anche paragonata a Lagertha, feroce guerriera nello show Vikings e storica regina dell’attuale Norvegia.

IN BARBA ALLE SOTTOMESSE

Questo ritrovamento, però, non fa altro che creare confusione, contraddicendo ciò che si era sempre pensato sul ruolo della donna nella società vichinga. In passato i rari scheletri femminili trovati seppelliti con degli armamenti non avevano fatto scalpore in quanto venivano sempre trovati a fianco di un maschio: marito, padre o fratello della defunta. Nessuna prima di lady Bj 581 era stata associata ad una posizione così elevata. Non sappiamo ancora se si trattasse di una combattente o di una vera regina. La tomba, trovata nel patrimonio protetto dall’Unesco in Svezia, è ancora oggetto di studio. Per ora sappiamo che la nostra guerriera dev’essere morta a circa 30 anni e, a giudicare dall’artiglieria con cui è stata sepolta, possiamo dedurre fosse una tipa to​sta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso