5 Settembre Set 2017 1643 05 settembre 2017

Sfruttamento prêt-à-porter

Il concorso di Carpisa: compra una borsa, inventa un piano di marketing e vinci uno stage. Di un mese. A 500 euro. Perché il lavoro, ora, si vince. La tempesta perfetta. E l'ondata di tweet è servita.

  • ...
carpisa

«Che cos'è il genio? È fantasia, intuizione, decisione e velocità d'esecuzione», diceva il Perozzi di Amici Miei. È anche, aggiungiamo noi, la capacità di ribaltare uno status quo adottando una prospettiva che nessuno si era mai immaginato prima. Ad esempio, unendo i concetti di «Lavorare gratis» e «Pagare per lavorare», fino ad arrivare a una formidabile sintesi: «Pagare per lavorare gratis». Ci sono arrivati quei geniacci di Carpisa: se compri una loro borsa e stili un piano di marketing nel dettaglio, vinci un mese di stage nella loro area marketing con un rimborso spese di 500 euro al mese. Mica male, eh?

AMAREZZA SOCIAL
D'altronde sono tempi duri per creativi e soci. Ma mentre quelli di Buondì, bontà loro, sono riusciti anche a trovare un nutritissimo gruppo di sostenitori, quelli di Carpisa sul web non fanno altro che riscuotere critiche. Su Facebook, dove la pagina ufficiale è bombardata di gif e messaggi minacciosi, come su Twitter. Dove, almeno per una volta, malanimo e acidume sono più che giustificati. Intanto, cominciamo dal riassunto migliore di tutta la vicenda:


E continuiamo, poi, con chi la mette giù in termini un po' più crudi, ma che figurativamente parlando ha ragione da vendere:


D'altra parte, una cosa al marketing dobbiamo riconoscergliela: che la strategia da loro elaborata è perfetta per rientrare dalle spese sostenute:


Il tweet seguente, invece, ci auguriamo che non venga letto da quelli di Buondì. Ma, forse, chissà: invece di meteoriti, decideranno di sommergerci di offerte di lavoro:


E anche la nera signora ci fa un pensierino, probabilmente anticipando quei burloni delle onoranze funebri Taffo:


Ma ecco che spunta un altro devastante commento ispirato dall'altra campagna della settimana. Da questo punto di vista, Buondì massacra Carpisa, che si ritrova suo malgrado a fare pubblicità (gratis, evviva il contrappasso) per un'altra azienda:


E, tanto per ribadire:


Ma non disperate. Se il mondo è giusto (non ridete), dalle parti di Carpisa cadranno delle teste. Aspettiamo il concorso per rimpiazzarli. Stavolta possiamo farlo con i portafogli?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso