We Can Do It!

Diritti

21 Agosto Ago 2017 1930 21 agosto 2017

Libero allattamento in libera piazza

Se una mamma dà da mangiare al figlio in pubblico, è probabile che vada incontro a sguardi minacciosi e indagatori. Parliamone ancora per fare in modo che non se ne parli più.

  • ...
allattamento-600x450

Repetita iuvant, dice il detto latino. Prendiamone atto e parliamo dell'allattamento in pubblico. «No, ancora un'altra volta», dirà qualcuno alzando gli occhi al cielo. «Sì, sperando sia l'ultima», rispondiamo noi. Se si potesse fare a meno di discuterne vorrebbe dire che la gente ha finalmente fatto pace con se stessa e smesso di prendere a male parole le mamme che danno da mangiare ai propri bimbi fuori casa. Per ora, non è ancora successo, quindi affrontare nuovamente la questione ci sembra un dovere più che una ripetizione
Infatti è della metà di agosto un nuovo caso eclatante, che fa capire quanto sia duro a morire questo tabù. In una chiesa battista del Nord Carolina una donna è stata obbligata a lasciare la funzione in corso e finire di allattare in bagno, perchè se avesse proseguito avrebbe «messo in imbarazzo» gli altri fedeli. La notizia non è passata sotto silenzio negli Stati Uniti, dove esistono quasi ovunque leggi a tutela delle mamme. Eppure, anche lì dove esiste una norma che consente a ogni donna di nutrire il proprio figlio in santa pace, qualcuno sente di avere il diritto di imperglielo. E, come nel caso del Nord Carolina, c'è chi pensa di sapere cosa possa infastidire altre persone e agisce di conseguenza, ferendone altre. Visto che comprendere le motivazioni di questi individui può risultare molto difficile e frustrante, vediamo se ricordando chi si è espresso a favore delle mamme prima di noi può fargli cambiare idea.

LO DICE PAPA FRANCESCO
Questa non è una presa di posizione contro la Chiesa, sia chiaro, ma più un elogio del buonsenso. Anche perchè Papa Francesco è stato il primo a ribadire in più occasioni che le madri non dovrebbero sentirsi in difetto ad allattare durante la messa. «Fatelo liberamente, come la Vergine Maria fece con Gesù», aveva detto nel 2015 di fronte alle coppie riunite nella Cappella Sistina per i tradizionali battesimi. Il latte materno è un dono. Come oro, incenso e mirra.

LO DICE L'ARTE
Per rimanere in ambito sacro, i quadri e le icone in cui la Madonna allatta Gesù sono tantissime. E non è che i pittori medievali la ritraessero con addosso un grande lenzuolo o nascondessero il neonato sotto un grosso tovagliolo, come era stata costretta a fare una mamma londinese nel 2014, dopo le critiche subite in un ristorante. Il seno, nei dipinti, è proprio lì sotto gli occhi di tutti.

LO DICE LA SCIENZA
L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha indicato come fondamentale il latte materno nei primi sei mesi di un neonato e lo affianca ad altri cibi nei successivi. Il bimbo ha così la possibilità di sviluppare gli anticorpi necessari per la sua crescita. Bisognerebbe, quindi, creare un ambiente adatto per madri e figli in questo passaggio delle loro vite.

LO DICE LA LEGGE
In Australia, nel 'lontano' 1984, hanno scritto nero su bianco che allattare in pubblico è permesso per legge. In molti Paesi europei, come in Francia, Germania e Svezia è ormai la prassi e nessuno si scandalizza più. Nel Regno Unito l'Equality Act del 2010 ha voluto dire basta alle polemiche e negli Stati Uniti, come detto, vige la medesima tutela. In Italia, ancora non ci siamo espressi a tal proposito, ma speriamo che fino ad allora basti la civile comprensione.

È UN BISOGNO FISIOLOGICO
Certo, i più furbi potrebbero rispondere che ci sono moltissimi bisogni fisiologici che non è bene espletare in pubblico. Ma allattarre non si può ovviamente porre sul loro stesso piano. Perchè, ricordiamo, spesso una donna che ha con sè un neonato è obbligata a farlo. Non è in suo potere controllare l'appetito del figlio. E non può certo spiegargli, non ancora, che il solo fatto di dargli da mangiare potrebbe infastidire qualcuno.

IL DISAGIO NON È VOSTRO
Quando siete in un parco, in un bar o in qualsiasi luogo pubblico e vedete una donna con il bimbo al seno, tenete presente che quella più in difficoltà potrebbe essere lei. Forse non le fa piacere doversi scoprire di fronte a sguardi estranei, occhi che guardano fingendo di non farlo, che giudicano rimanendo in silenzio. Eppure sceglie, giustamente, di farlo per il bene di suo figlio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso