20 Giugno Giu 2017 1923 20 giugno 2017

India, no a carne e sesso in gravidanza

Un opuscolo diffuso dal Governo indiano invita le donne incinta a stare alla larga da alimenti di origine animale e da pensieri ‘peccaminosi’, come lussuria, rabbia e odio. La comunità medica lancia l'allarme: «Consigli pericolosi e irrazionali»

  • ...
donna_incinta_india

No alla carne, alle uova e no al sesso in gravidanza. Non si placano le polemiche contro il Governo dell’India, colpevole secondo la comunità dei medici di aver diffuso un opuscolo in cui si invitano le donne in dolce attesa a stare alla larga da fattori considerati pericolosi: nella lista, non solo alimenti di origine animale, ma anche pensieri e comportamenti ‘peccaminosi’, come lussuria, rabbia e odio.
Il vademecum, intitolato Sulla salute di mamma e bambino e promosso dal Consiglio centrale per la ricerca sullo Yoga e sulla Naturopatia, contiene, a detta del Governo, «saggezze accumulate nel corso dei secoli», ma ha fatto letteralmente saltare sulla sedia i medici, che hanno lanciato l'allarme in merito alle pericolose conseguenze che questi consigli potrebbero avere.

DONNE MALNUTRITE FANNO FIGLI SOTTO PESO
«Non solo in gravidanza si può fare sesso, ma il Governo sta anche diffondendo pareri irrazionali e non basati su conoscenze scientifiche, anziché garantire che le donne seguano una dieta nutriente e proteica», ha dichiarato il ginecologo Arun Gadre, che conosce la situazione del suo Paese, dove si registra uno dei tassi di mortalità tra le future mamme più alti del mondo: secondo i dati dell'Unicef, infatti, in India nel 2015 sono morte 174 donne in stato interessante su 100mila, dato allarmante se confrontato con i 27 decessi tra le cinesi e con i 14 registrati negli Stati Uniti. «Inoltre se le calorie delle madri in attesa vengono ulteriormente ridotte, chiedendo loro di evitare carne e uova, la situazione peggiorerà ulteriormente», ha tuonato Gadre sottolineando che in India circa un terzo della popolazione vive con meno di due dollari al giorno e il 48% dei bambini sotto i 5 anni è denutrito. D'altronde «mamme malnutrite hanno una probabilità molto più alta di dare alla luce bambini sotto peso» ha spiegato Amit Sengupta, medico e attivista sanitario del Delhi Science Forum. A ciò si aggiunga la condizione delle donne indiane, che vengono date in spose appena adolescenti e rimangono incinte a 17 anni, quando i loro corpi non sono ancora abbastanza maturi per garantire in modo sicuro la crescita di un bambino. Se si considerano tutti questi fattori, si scopre come le linee guida dettate dal Governo rivelino un pensiero arretrato e siano potenzialmente molto dannose».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso