4 Novembre Nov 2016 1942 04 novembre 2016

«Io non voto con la mia vagina»

Non basta essere una donna per farsi appoggiare da Susan Sarandon: per lei le idee vengono prima. Così, a chi le ha chiesto se avrebbe scelto Hillary Clinton alle urne, ha dato una risposta molto esplicita.

  • ...
susan sarandon

Susan Sarandon contro Hillary Clinton: secondo round. Dopo aver attaccato la candidata democratica per il suo sostegno 'interessato' alla causa Lgbt, l'attrice premio Oscar non ne vuole sapere di farsi strappare un endorsement per Hillary. E lo ribadisce con termini abbastanza espliciti: «Io non voto con la mia vagina, lo sapete?».

MEGLIO GLI INDIPENDENTI
Ospite di Bbc Newsnight, Susan ha detto chiaramente che non ha nessuna intenzione di votare per Hillary, né tantomeno per Trump. Sostenitrice di Bernie Sanders durante le primarie, ora preferisce appoggiare i candidati indipendenti, con la speranza di vederli arrivare al 5%.

DONNE SÌ, MA QUELLE GIUSTE
Guai a ricordarle che l'elezione di Hillary alla Casa Bianca costituirebbe un traguardo storico, in quanto prima donna a diventare Presidente degli Usa: «Io voglio che ci sia la donna giusta. Ci sono grandi donne che ammiro e che hanno guidato delle nazioni. [...] Avete avuto una donna, non so che cosa ne pensate voi ma io non voto con la mia vagina, sapete?». Insomma, va bene il femminismo, ma questo non vuol dire sostenere qualunque donna a prescindere dalla sua personalità, dalle sue idee e dalla sua storia politica. E per Susan non vale nemmeno la teoria del 'male minore': la preoccupa il fatto che Clinton sia appoggiata dai neoconservatori e che gli interessi economici possano prevalere sulla lotta alle guerre e al fracking, così come mettere in secondo piano l'attenzione per l'ambiente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso