30 Settembre Set 2016 1953 30 settembre 2016

Se convivi non vale

Niente assegno all'ex moglie se lei trova un nuovo compagno. L'ha stabilito una sentenza della Cassazione. Condizione imprescindibile: la longevità della nuova relazione.

  • ...
Bride and groom figurines standing on two separated slices of wedding cake

Qualcuno dirà che è finita la pacchia e, in un certo senso, è così. La Cassazione ha stabilito infatti che nessun assegno è dovuto all'ex moglie qualora questa sia impegnata in una convivenza. Né, tantomeno, la cessazione di una convivenza più o meno lunga dà diritto al ristabilimento dell'assegno stesso.

LONGEVITÀ
Questo è quanto la Cassazione ha confermato a una donna di Latina, respingendone la richiesta. La creazione di una nuova famiglia, 'spazza' via onori e oneri legati al nucleo famigliare precedente. Attenzione, però: requisito fondamentale della convivenza deve essere la longevità, se gli ex mariti vogliono vedersi liberati dagli obblighi fissati dal divorzio. Insomma, chiodo scaccia chiodo. In tutti i sensi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso