21 Settembre Set 2016 1851 21 settembre 2016

Avis, quel questionario che fa storcere il naso

A diversi donatori di sangue non è piaciuta la domanda su quanti rapporti extraconiugali si sono consumati negli ultimi quattro mesi. Questo nonostante i fogli siano protetti dalla privacy.

  • ...
avis

Un questionario sgradito. Così è stato definito quel foglio ricco di domande sottoposto dall'Avis a chi ha intenzione di donare il sangue. E non tanto per le canoniche interrogazioni che riguardano la salute o l'utilizzo, se non addirittura abuso, di alcol e droghe. A un certo punto del test viene infatti chiesto agli utenti quante volte hanno avuto rapporti extraconiugali negli ultimi quattro mesi. Questo è il primo campanello d'allarme che ha fatto storcere il naso a molti donatori. Ma oltre al cambio di partner i medici dell'Avis sembrano interessati anche a conoscere che tipo di rapporti si sono avuti. Se etero, omosessuali, orali o anali. E soprattutto se questi possibili rapporti sono avvenuti mediante «scambio di denaro o droga». Forse un eccesso di cautela che ha portato il nuovo questionario Avis nell'occhio del ciclone. Soprattutto perché diverse domande sono ritenute dagli utenti non pertinenti. Soprattutto se si considera che, al di là delle risposte, il sangue donato deve per legge essere comunque analizzato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso