8 Settembre Set 2016 1234 08 settembre 2016

«Charlie Hebdo, hai fatto una schifezza»

Lo scrittore Robert McLiam Wilson, collaboratore del settimanale satirico, scrive una lettera per condannare le vignette sul terremoto del Centro Italia: «È un gigantesco nulla».

  • ...
robert_mcliam_wilson

Charlie Hebdo contro Charlie Hebdo. O quasi. Lo scrittore Robert McLiam Wilson, collaboratore del settimanale satirico che con la sua vignetta sul terremoto ha indignato tutta Italia, prende le distanze dal lavoro della rivista con una lettera dai toni forti pubblicata dal Corriere della Sera. Esprimendo un giudizio nettissimo: «Si tratta di spazzatura, non c'è ombra di dubbio».

VIGNETTA SENZA RIFLESSIONE
Lavorare per Charlie Hebdo, ammette Robert McLiam Wilson, è tutt'altro che facile. Spesso si è trovato a disagio a causa di vignette particolarmente cattive e corrosive, così come dovrebbe sempre essere la satira. Ma, stavolta, McLiam Wilson non ha colto nelle vignette su Amatrice alcun intento politico o di denuncia: «È uno schiaffo in faccia, una provocazione crudele e insensibile. Non raggiunge alcuno scopo qualsivoglia, politico, polemico o morale. È un gigantesco nulla, un vuoto sgradevole e inutile».

LIBERTÀ DI ESPRESSIONE
Parere decisamente opposto rispetto a quelli del nostro comico Giorgio Montanini e dei vignettisti Natangelo e Vincino. McLiam Wilson sottolinea di non parlare a nome di Charlie Hebdo, spiegando che se in genere una redazione tende a 'fare quadrato', lui stavolta non se l'è sentita. La lettera si chiude ricordando il valore della libertà di espressione: «Se ce l’hanno loro, ce l’ho anch’io. E qui dico che sono molto dispiaciuto per quanto accaduto, e me ne vergogno. Hai fatto una vera schifezza, Charlie».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso