5 Settembre Set 2016 1748 05 settembre 2016

Donne che odiano i transessuali

La femminista radicale Sheila Jeffreys e l'ultracattolica Jennifer Morse hanno in comune una cosa: l'odio nei confronti di chi vuole cambiare sesso. Un'alleanza che rischia di alimentare un clima di odio e violenza.

  • ...
jennifer roback morse sheila jeffreys

'Femminismo' vuol dire tutto e non vuol dire nulla. Perché di femminismi ne esistono a decine. E non in tutte le loro declinazioni sono a favore di tutte le minoranze. Una parte minoritaria del femminismo radicale, ad esempio, si contraddistingue per la sua avversione nei confronti dei transessuali. La loro convinzione è che l'identità di genere sia determinata sempre e comunque dal sesso biologico. Una posizione che, paradossalmente, avvicina questa frangia di estrema sinistra a molti gruppi di donne cristiane ultraconservatrici. Dando vita a una strana quanto paradossale alleanza.

LA LESBICA E LA CATTOLICA
Negli Stati Uniti, le femministe anti-trans sono note con l'acronimo Terf (Trans-Exclusive Radical Feminists), per differenziarle dalle femministe radicali che non hanno alcun tipo di pregiudizio nei confronti dei trans, come spiega il Daily Beast. Come sottolinea il ricercatore Cole Park, le Terf e le ultra-cattoliche vivono una sorta di relazione simbiotica. La conservatrice Jennifer Roback Morse, ad esempio, durante un convegno rivelò di aver letto il libro di una femminista lesbica radicale, Sheila Jeffreys, e di aver trovato molti punti in comune con il suo pensiero: tra cui, appunto, l'idea che chi nasce biologicamente uomo non dovrebbe per nessun motivo al mondo permettersi di cambiare sesso.

VIOLENZA CHIAMA VIOLENZA
Jeffreys, dal canto suo, cita nelle proprie opere i lavori di un ricercatore anti-trans le cui idee sono molto in voga tra i gruppi di destra. Un reciproco scambio di idee, insomma; non sappiamo quanto fertile per una società che ormai mira a fare dell'inclusione il suo punto di forza. Anzi. Sempre il Daily Beast spiega che i toni aggressivi con cui Terf e ultraconservatori portano avanti le loro opinioni contribuiscono ad alimentare un clima d'odio, se non addirittura di caccia alle streghe, che sfocia in aggressioni sempre più frequenti ai danni dei trans.

PROTEGGERE LE DONNE, DISCRIMINARE I TRANS
Secondo le Terf, le donne transessuali sarebbero uomini travestiti, o psicopatici che celano il desiderio di assalire altre donne. Gli ultraconservatori appoggiano queste teorie e, come le Terf stesse, sostengono che il loro unico scopo è proteggere le donne. Peccato che, nel portare avanti queste idee, mettono a repentaglio le vite di una categoria forse ancora più vessata e maltrattata: i transessuali, appunto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso