18 Luglio Lug 2016 1856 18 luglio 2016

«Salvate il tg su Nizza dalla giornalista col velo»

Secondo Kelvin MacKenzie, giornalista del quotidiano britannico The Sun, Channel 4 non avrebbe dovuto far condurre la diretta dalla strage a una musulmana. È polemica.

  • ...
 Fatima Manji

Un editoriale pubblicato dal quotidiano britannico The Sun all'indomani della strage di Nizza, ha suscitato numerose polemiche: per Kelvin MacKenzie, autore dell'articolo, non è accettabile che a raccontare in tivù (su Channel 4) il massacro, sia stata una giornalista musulmana. Musulmana come l'attentatore. «Non potevo credere ai miei occhi. La conduttrice non era una dei soliti, ma una giovane donna con l'hijab. Si chiama Fatima Manji e lavora per il canale televisivo da quattro anni. Era opportuno che fosse lei in studio quando si stava svolgendo un altro scioccante attentato per mano di un musulmano?», ha scritto. E ha aggiunto: «Il direttore di Channel 4 avrebbe scelto un giornalista di religione hindu per raccontare la strage al Tempio d'oro di Amritsar? Certamente no. E avrebbe usato un ebreo ortodosso per dare le notizie del conflitto israelo-palestinese? Certo che no».

LE POLEMICHE
Centinaia, come era prevedibile, le polemiche piovute sull'autore e sul giornale. Secondo moltissimi lettori si è trattato di un nuovo tentativo di alimentare l'islamofobia, facendo passare tutti i musulmani come complici di un'azione folle, compiuta da un malato mentale. Anche la politica è intervenuta. Tra gli altri, Sayyeda Parsi, esponente dei conservatori di Theresa May, che ha condannato l'articolo e il suo messaggio, scrivendo su Twitter: «Quando la xenofobia diventa accettabile in questa maniera dovremmo tutti vergognarci».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso