We Can Do It!

Diritti

7 Gennaio Gen 2016 1108 07 gennaio 2016

Meno ti pagano, più sei depressa

Una ricerca statunitense afferma che, a parità di ruolo, le donne con uno stipendio inferiore rispetto ai colleghi uomini sono più vulnerabili alle forme d'ansia.

  • ...
depressione_lavoro_donne

I soldi non fanno la felicità: continuiamo a ripetercelo, ma ne siamo davvero convinti? Dagli Usa una ricerca svela che le cose non stanno proprio così, soprattutto se si è di sesso femminile e se si è vittime del pay gap, quel fenomeno che vede le donne retribuite con uno stipendio inferiore rispetto agli uomini. Secondo i ricercatori della New York’s Columbia University, le donne che guadagnano meno soldi dei colleghi uomini corrono un rischio 2,5 volte maggiore di sviluppare forme depressive.

STIPENDI UGUALI, MENO RISCHI
Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Social Science & Medicine e ha coinvolto circa 22 mila individui di età compresa tra i 30 e i 65 anni, riporta il Guardian. La tesi dei ricercatori è sostenuta anche dall'evidenza opposta: quando le donne hanno stipendi simili a quelli dei colleghi maschi, le probabilità di incorrere nella depressione diminuiscono e registrano tassi simili a quelli maschili.

MANCANO LE POLITICHE ADEGUATE
Jonathan Platt, leader del gruppo di ricerca a cui si deve la scoperta, ha spiegato: «I nostri risultati mostrano che alcune delle disparità di genere nei livelli di ansia e depressione potrebbero essere dovuti agli effetti della diseguaglianza di genere strutturale nei posti di lavoro e non solo». Per porre rimedio a questa situazione, i ricercatori suggeriscono che una soluzione potrebbe essere quella di adottare delle politiche di riforme del lavoro e delle legislazioni che annullino il pay gap, promuovendo orari flessibili e servizi per l'infanzia accessibili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso