3 Dicembre Dic 2015 1224 03 dicembre 2015

Un mondo accessibile fa bene a tutti

Il 3 dicembre è la Giornata mondiale della disabilità, condizione che riguarda un miliardo di persone in tutto il pianeta. Costruire città senza barriere architettoniche e sociali è fondamentale per tutta la comunità.

  • ...
sedia_rotelle_handicap_disabilita

Nel mondo, una persona su sette è affetta da disabilità. Significa che un miliardo di persone affrontano quotidianamente disagi grandi e piccoli, spesso causati da strutture e servizi che sono stati progettati senza tenere conto delle loro esigenze. Per questo, a partire dal 1992, il 3 dicembre di ogni anno l'Onu celebra la Giornata internazionale delle persone con disabilità. Per il 2015, l'Onu ha voluto porre l'attenzione su tre obiettivi principali: rendere le città inclusive e accessibili per tutti; migliorare i dati e le statistiche sulle persone disabili; includere le persone affette dalle cosiddette disabilità invisibili nella società.

RISCHIO VIOLENZE
Essere disabili, al giorno d'oggi, significa godere di scarsa salute, di meno opportunità scolastiche e lavorative e, generalmente, di essere più poveri rispetto alle persone non disabili. Oltre a questi non trascurabili fattori, le persone disabili, che costituiscono la più ampia minoranza al mondo, corrono un maggior rischio di subire violenza: vale in particolar modo per i bambini affetti da disabilità, quattro volte più a rischio degli altri bambini. Circa l'80% delle persone disabili vivono inoltre in Paesi in via di sviluppo, mentre il 50% non può avere accesso a un adeguato supporto medico.

UNA SOCIETÀ PER TUTTI
Costruire un mondo accessibile e sostenibile non solo è possibile, ma anche auspicabile, come spiega l'Onu, secondo cui è stato scientificamente dimostrato che, quando le condizioni di vita delle persone disabili migliorano, aumentano i benefici per l'intera comunità. Le barriere architettoniche limitano le possibilità di partecipazione alla vita sociale. Permettere alle persone disabili di contribuire, come tutti, alla crescita e allo sviluppo è un passo fondamentale per il progresso collettivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso