19 Agosto Ago 2015 1726 19 agosto 2015

Una risonanza per mettere k.o. il cancro

Un gruppo di ricercatori ha utilizzato il macchinario per guidare un farmaco verso formazioni tumorali. La nuova cura è ancora in fase di sperimentazione sulle cavie.

  • ...
RespirAct

La risonanza magnetica può curare il cancro. A scoprirlo sono stati i ricercatori dell'università di Sheffield. Come riporta la Bbc, gli studiosi sono riusciti ad iniettare nel corpo del malato, grazie alla risonanza, uno speciale farmaco con un virus capace di attaccare il tumore.

PASSI AVANTI
Lo studio, al momento, è stato condotto unicamente sui topi. Questa scoperta potrebbe in futuro aiutare i medici a trattare tumori difficili o impossibili da rimuovere chirurgicamente, come ad esempio quelli del cervello, del midollo osseo o quelli diffusi in tutto il corpo. Il nuovo farmaco dovrebbe attaccare direttamente le cellule tumorali senza creare gravi danni ai tessuti sani circostanti. Questo eliminerebbe, almeno in parte, gli effetti collaterali dei trattamenti chemioterapici.

IL TEST
I ricercatori hanno testato il metodo su topi affetti da cancro alla prostata e metastasi ai polmoni, usando uno speciale farmaco composto da globuli bianchi umani modificati per trasportare un virus in grado di aggredire unicamente il tumore. Prima di iniettare il medicinale, gli studiosi lo hanno dotato di microscopiche particelle di ferro. Una volta inoculato negli animali, i ricercatori sono stati in grado di usare i potenti magneti della risonanza per controllare la sua direzione. Il team di scienziati, guidati da Munitta Muthana, spera di poter partire presto con la sperimentazione su pazienti umani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso