17 Agosto Ago 2015 1515 17 agosto 2015

Disturbi alimentari? La colpa è dei padri

Uno studio ha stabilito che un cattivo rapporto con la figura genitoriale maschile sia alla base dei problemi di anoressia e bulimia delle figlie.

  • ...
Gastric Band Treatment

I cattivi rapporti fra padri e figlie sarebbero alla base di possibili problemi di alimentazione nelle ragazze. A stabilirlo è stato uno studio dello psicologo John Toussaint della Charles Sturt University.

CATTIVI PADRI
Solitamente le maggiori responsabilità dell'anoressia o bulimia delle figlie erano sempre state attribuite alle madri. Secondo la ricerca di Toussaint, invece, il 42% delle pazienti fra i 37 e i 55 anni aveva un padre iperprotettivo, mentre il 36% ne aveva uno assente. Solo una ragazza su cinque aveva padri amorevoli. Lo psicologo ha così tracciato un legame tra il senso di rifiuto del padre e i disturbi alimentari.

LE GIUSTE INTERAZIONI
«I padri descritti con attributi negativi sono associati in misura significativa con l'anoressia, la bulimia e sindromi depressive», ha spiegato Toussaint durante l'International Mental Health Conference a Surfers Paradise (Australia). La ricerca, infatti, ha stabilito che i padri svolgono un ruolo importante nello sviluppo dell'autostima e della soddisfazione verso il proprio corpo delle giovani. Un'interazione sbagliata fra padre e figlia può essere devastante sull'autostima e sull'immagine di sé della ragazza. È importante che i padri diventino modelli positivi, dando l'esempio con comportamenti e atteggiamenti di vita sani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso