27 Dicembre Dic 2017 1836 27 dicembre 2017

Le ricerche sul sesso più frequenti in Italia

Per la fine del 2017 abbiamo stilato una mappa delle domande più frequenti che si fanno a Google, in Italia. Gli argomenti? Orgasmi, vibratori & co. 

  • ...
Ricerche Sesso Google 2017

Il 2017 sta per concludersi, il che vuol dire, come ogni anni, liste su liste di libri, film, album, tormentoni che hanno segnato gli ultimi 12 mesi. Le top ten sono un classico di questo periodo e a LetteraDonna, abbiamo pensato di fare una cosa simile. Però col sesso. E non proprio una classifica, ma una sorta di mappa. Durante le settimane passate, di giorno un giorno, abbiamo spesso parlato di sessualità, eros, amore. Nel farlo, ci siamo confrontati con la croce e la delizia dei giornalisti online, Google e i suoi trend di ricerca. In poche parole, scrivendo gli articoli, a volte sul sesso anale, altre sui preliminari, altre ancora sul sexting, ci siamo accorti che certi argomenti erano più cercati in talune regioni italiane rispetto che ad altre. A dircelo, ogni volta implacabile e preciso, il motore di ricerca e i suoi strumenti di analisi. Per la fine dell'anno, quindi, abbiamo deciso di mettere insieme tutti questi big data, e usarli per uno scopo davvero nobile: capire come si copula nelle diverse zone del nostro Paese. Qui di seguito trovate alcune parole chiave che abbiamo usato negli ultimi mesi, e relativa frequenza di ricerca. Se vi interessa sapere in quale regione ci si fa più domande su vibratori, sesso orale e su perché il nome di Karina Cascella sia ricercatissimo in relazione a questi due cose, ve lo spieghiamo in questo articolo.

SEXTING

Cominciamo con qualcosa di soft, il sexting. Che, in poche parole, è il sesso via telefono, per messaggio. Le chat hot vanno forte in Trentino Alto Adige, Veneto e Marche: le prime in classifica sono queste tre. Difficile dire perché: forse molti trentini e trentine sono fidanzati con altrettanti marchigiani e marchigiane. Fra le domande più frequenti che gli utenti rivolgono a Google sull'argomento, ci sono 'foto sexting', 'app sexting' e 'kik sexting', che è un applicazione di messaggistica molto usata allo scopo. Il sexting non serve solo per i preliminari fra sconosciuti, e, in questo caso, ci vuole molta prudenza, ma è anche un modo per le coppie a distanza di non perdere l'allenamento nei periodi di lontananza. Sicuramente, a Trento, Bolzano e provincia sanno quali sono le parole dell'amore.

TINDER

Per rimanere in argomento 'sesso telematico' e 'sesso 3.0', non poteva mancare 'Tinder' fra le nostre parole di ricerca. L'app di dating online che Wikipedia definisce in modo garbato con questo giro di parole: «Tinder è un'app per dispositivi mobili che facilita la comunicazione tra gli utenti interessati a chattare tra di loro», ma che, come tutti sappiamo, è usata principalmente per finire a letto con qualcuno senza troppi preamboli e complimenti. Il suo uso è diventato così comune che è passata dall'essere una cosa fra il triste-patetico all'essere la-cosa-figa-del-momento. Da anni è usato in film e serie tv per gag e battute. Se vi chiedete dove è che abbondano le ricerche online, in Italia, la risposta è quella che vi aspettereste: in Lombardia. A Milano, un po' per la mitologia alla Sex and the City, un po' per quella cosa che la città meneghina è la città dei single senza legami, Tinder è ormai completamente sdoganato, e Google ce lo conferma. Seguono Trentino Alto-Adige (gli smartphone sembrano essere un vizio) ed Emilia Romagna. Gli universitari bolognesi aiutano a tenere alta la bandiera del fast sex. Fra le query associate più cercate, vince il 'tinder funziona?': segno che forse non ci fidiamo ancora così tanto di un app, quando si tratta di sesso.

VIBRATORE

Uno degli argomenti su cui siamo tornanti spesso, parlando di sesso, sono i vibratori. Come sceglierli, come usarli, perché usarli. Dietro c'è un vero e proprio mondo: che non è una battuta di bassa lega, ma un modo per dire che il mondo dei sex toy è un'industria molto più complessa e ricca di quello che potremmo pensare. Non solo ci sono diverse dimensioni, ma diverse forme e potenze. Il modello preferito, dalle domande di ricerca, sembra essere il rabbit, che stimola anche la clitoride. La terza, e qui c'è una sorpresa, è il nome di Karina Cascella. Vuol dire che, su Google, la gente ha cercato tantissime volte il nome dell'ex protagonista di Uomini & Donne legato alla parola 'vibratore'. E con 'tantissime volte', si intendono davvero tante: è subito dopo 'durex'. Il perché è abbastanza semplice: dopo le recenti liti con la coppia Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser, è tornata a circolare sui siti di gossip una storia del 2008, che vedeva la Cascella finire al pronto soccorso dopo un gioco hard finito non troppo bene. Voci che lei ha di nuovo smentito. Anche in questo caso, abbiamo la top tre delle regioni: Veneto, Umbria e Toscana.

ORGASMO

Arriviamo a un argomento molto sentito e importante, quando si parla di sesso: l'orgasmo. Negli ultimi mesi ne abbiamo parlato un po' in tutto le salse. Come raggiungerlo, perché non lo si raggiunge, le differenze fra quello maschile e quello femminile, il modo in cui la società lo ha considerato fino a pochi decenni fa. La consapevolezza sulla sessualità delle donne (e cioè: le donne non servono solo per la riproduzione ma possono trarre anche loro del divertimento, dal sesso) è una conquista relativamente recente. E però inizia a essere assodata: fra le domande più digitate c'è 'orgasmo femminile' e 'orgasmo donna'. Stiamo facendo dei passi avanti, quindi. La gente si è resa conto che il piacere femminile esiste, come la regione in cui lo hanno ricercato di più sul Google: il Molise.

SESSO ANALE

Non poteva poi mancare 'sesso anale', nella nostra classifica. Il sesso anale sta uscendo dall'ombra del tabù, e molte più donne (spesso anche famose) ammettono senza problemi e vergogne di praticarlo. Non è un caso che fra le query associate più ricercate ci sia il nome di Gwyneth Paltrow. L'attrice aveva pubblicato sul suo blog Goop un articolo in cui esaltava il piacere che ne ricavava. Fra gli italiani e le italiane, sembrano interessarsi di più all'argomento gli abitanti della Basilicata, seguiti da quelli di Campania e Calabria.

SESSO ORALE

Per ultimi, ci mettiamo i preliminari. Che spesso, per le donne, sono la fonte principale di piacere. Per molte l'orgasmo si raggiunge con il sesso orale, non con la classica penetrazione. L'argomento è molto caro alla Campania, prima, la Puglia e l'Abruzzo. Il dato interessante sta soprattutto nelle ricerche a latere: in tutto il 2017, la cosa più associata a 'sesso orale' sono stati i nomi di Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser (nominati per la seconda volta in questo articolo, capite perché poi finiscono primi anche su Google). Significa che milioni di italiani, probabilmente, hanno cercato su Google notizie sul famoso armadio e la presunta fellatio avvenuta all'interno della Casa. Insomma, le priorità nazionali. Un po' più rincuorante, invece, la terza domanda di ricerca 'sesso orale hiv': vuol dire che, finalmente, la consapevolezza dei rischi delle malattie sessualmente trasmissibili sta aumentando.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso