27 Ottobre Ott 2017 1946 27 ottobre 2017

Sesso: le frasi più fastidiose da sentire a letto

Ci sono cose che aiutano la passione, ma altre che proprio l'ammazzano. Per noi queste sei sono le peggiori. 

  • ...
Frasi Fastisiose Letto Copia

L'inglese Forktip ha realizzato una ricerca per scoprire quali siano le frasi che le donne etero amano di più sentirsi dire durante il sesso. Ne sono venuti fuori degli spunti interessanti. Sembrerebbe che alle donne brittaniche piaccia molto che i loro partner chiedano di essere chiamati 'daddy'. Letteralmente 'papino'. Non preoccupatevi, però, non significa che la Gran Bretagna sia dominata da un generale complesso edipico. 'Daddy' viene spesso usato anche come sinonimo di 'pappone', o in generale indica qualcuno che ti soddisfi a letto. Insomma, niente di strano. Al secondo e terzo posto, invece, il 'dimmi quanto è duro' e il 'dimmi quanto ti sta piacendo'. Se queste sono le preferite Oltre Manica, ci sono delle frasi che possono dare fastidio in ogni parte del mondo. Per noi sono soprattutto queste sei.

COME STO ANDANDO?

Fra tutte le frasi più fastidiose da sentire tra le lenzuola, questa è la più classica. E, in realtà, anche la più innocua. Di solito è il mantra di chi è alle prime armi e non sa ancora dove mettere le mani. Diciamo accettabile fino a una certa età, fino a un certo numero di incontri. Poi la comprensione lascia spazio all'insofferenza. Di solito va di pari passo con un «Ti è piaciuto?» in finale di partita.

SEI ECCITATA?

«Potrei esserlo, forse, se tu non continuassi a farmi domande»: questa dovrebbe essere la risposta, ragazze. Non facciamo sesso per soddisfare l'ego del partner, anche se può essere una compontente. Quando siete a letto con una persona che vuole avere continue conferme sulla sua bravura, meglio mettere le cose in chiaro e troncare questa deriva sul nascere.

COME SEI ECCITATA!

Un punto esclamativo al posto del punto di domanda e tutto cambia. Non per fare la parte di quelle sempre insoddisfatte e mai contente, ma in qualsiasi salsa la si rigiri questa frase è un abominio. Ed è comunque la versione più elegante. I meno forbiti prediligono la versione hard «Come sei bagnata!», vincendo il premio perspicacia. Sì, campione, è perché stiamo facendo sesso.

COSÌ TI FACCIO MALE?

Una frase che di per sé è innocua, anzi, molto carina. Vuol dire che non abbiamo davanti un buzzurro che crede di giocare all’Allegro Chirurgo, ma un ragazzo con un certo livello di premura. Che non la si dica, però più di una o due volte. Altrimenti si corre il rischio litania. Quello che eccita una donna è, anche, la sicurezza che dimostra il partner. Da evitare assolutamente l’effetto da questuante.

*GRUGNITI VARI*

I luoghi comuni sulla rumorosità dell’orgasmo femminile si perdono nella notte dei tempi. In quanti film ci siamo viste dipinte come ansimatrici seriali? Praticamente tutti quelli che implicano una scena di sesso. Ma vogliamo parlare dei suoni maschili? Non è che loro siano molto più discreti. Grugniti, suoni gutturali e colpi di bacino sono un connubio indissolubile. Alle più (s)fortunate sembrerà di assistere a una partita di tennis.

EPITETI VARI

Maialina, porcellina, sporcacciona. Ecco, no. Non è la fiera del prosciutto. Ridurre gli epiteti a tema animalier al minimo: siamo in un letto, non in una porcilaia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso