18 Settembre Set 2017 1724 18 settembre 2017

Miley Cyrus studia il sesso tantrico prima del matrimonio

La relazione con l'attore Liam Hemsworth è più solida che mai e i due pensano alle nozze. In vista del grande passo, la cantante riprende i libri in mano e esplora nuove pratiche erotiche: a letto è vietato annoiarsi. 

  • ...
Miley Cyrus

La Disney, la deriva provocante di Bangerz, il ritorno al country pop di Malibù: l’altalenante stile di Miley Cyrus ha tenuto decisamente banco dal 2013 a oggi. Ci ha abituato a outfit al limite dell'inesistente e a perfomance nude e crude, per poi fare dietro front e rinnegare tutto. Ma la cantante di Nashville è passata attraverso diverse fasi non solo sul piano artistico. Anche quello personale ha un andamento da montagne russe. La relazione con l’attore Liam Hemsworth aveva subito un brusco stop durante il periodo ribelle di Miley, per poi riprendere a gonfie vele: i due sono in aria da matrimonio. In vista del grande passo, l’ex Hanna Montana non sembra voler arrendersi ad avere una ‘noiosa’ vita di coppia. Secondo alcune indiscrezioni, infatti, starebbe studiando il sesso tantrico. A letto, come sui palchi, vietato restare uguali a se stessi troppo lungo. Ma cosa c'è dietro ai tantra e perché sono tanto utili fra le lenzuola?

TANTRA E SPIRITO

Quando Sting aveva ironizzato sul poter fare sesso per sette ore di fila, attribuendo il merito alla pratica tantrica, la dichiarazione aveva fatto il giro del mondo. L'ex voce dei Police aveva poi rettificato, specificando che si trattava di uno scherzo. Ma aveva ribadito l'importanza di dare al rapporto amoroso non solo una valenza fisica, ma prima di tutto spirituale. E, se parliamo di tantrismo, la dimensione interiore è fondamentale. Si tratta infatti di una delle principali correnti dell'induismo, che raccoglie una gran numero di insegnamenti derivanti dalle religioni esoteriche indiane e che vuole ampliare le nostre capacità psicofisiche e sensoriali. La vicinanza di questa dottrina alla dimensione sentimentale è da ricondurre all'interpretazione che i testi antichi hanno dell'incontro fra uomo e donna. Per le scritture si tratterebbe di un momento sacro, in cui due divinità, Shiva e Shakti, tornano a essere in contatto fra loro.

L'ATTENZIONE, PRIMA CHIAVE DEL PIACERE

Sul piano sessuale, quindi, questa disciplina è vista come una via diretta per picchi di piacere altrimenti irraggiungibili. Ci sono alcune chiavi fondamentali da sfruttare, anche se è da tenere a mente che più che la ricerca dell'orgasmo, nel sesso tantrico conta molto la ricerca di un'energia interiore personale e condivisa. Diventa quindi fondamentale l'attenzione reciproca, intesa come consapevolezza corporea. Bisogna imparare ad ascoltare il proprio essere, prima in separata sede, poi insieme al partner. Ci sono diversi esercizi e pratiche che possono aiutare ad affinare i sensi in questa direzione: per esempio, invece che concentrarsi su quello che si dovrebbe provare (per esempio, 'dovrei essere eccitata'), è meglio chiedersi cosa si stia effettivamente sentendo in quel momento. Concentrandoci sui punti di contatto fra il nostro corpo e quello del partner è più facile incanalare lì la nostra forza.

IL MOVIMENTO E IL RITMO

La seconda chiave del piacere è rappresentata dal ritmo, che permette il circolo dell’ energia. Il tantrismo invita i partner a coordinare il più possibile i propri movimenti, concentrandosi soprattutto sull'area del bacino. Un modo per imparare ad armonizzare i rispettivi corpi, può essere utile l'esercizio della bicicletta: mettetevi sedere contro sedere, tenetevi per le mani e inziate a pedalare. Il primo step è imparare a muoversi insieme. Poi, bisogna sincronizzarsi in modo da trovare un andamento condiviso. Osservate quanto tempo ci mettete a trovarlo, chi conduce, chi rallenta. Sarà più facile ritrovarsi in sintonia durante l'atto sessuale.

IL RESPIRO

Come in tutti i tipi di attività e training, fisici e non solo, il modo in cui controlliamo la nostra respirazione ha un peso fondamentale. In questo caso è importante non contrarre ispirazione ed espirazione, per evitare che le zone erogenee siano poco ossigenate. Il respiro è quindi sempre morbido e rilassato e non inibito dalla nostra mente. Anche in questo caso non deve subentrare alcun tipo di 'ansia di prestazione', che è il modo più semplice per alterare le nostre percezioni.

LA VOCE LIBERA

Infine, quarta chiave del piacere è la voce, con tutte le sue vibrazioni e sonorità. Non bisogna quindi porre alcun controllo sui suoni che emettiamo durante il rapporto. Questi, uscendo dalla gola, liberano la mente, sbloccano il torace e il ventre (bacino), e quindi il piacere. Non vanno trattenute, ma piuttosto lasciate liberde di fluire nel corpo e poi fuoriuscire con naturalezza: è autoeccitante, e aiuta a mettere in circolazione le energie sessuali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso