COPPIA 7 Febbraio Feb 2013 1008 07 febbraio 2013

Le scuse fantasiose di lui

Le frasi che smascherano i suoi momenti no. Da saper riconoscere.

  • ...
istock_000013368050large

Sempre più uomini accampano scuse per non fare sesso.

Nell'immaginario collettivo sono sempre le donne ad accampare scuse per non fare sesso. E tipicamente, si appellano al mal di testa, pre-mestruale o meno, per sottrarsi alla voglia, all'apparenza costante, di «lui».
Un'indagine recentemente pubblicata in Gran Bretagna, svolta su un campione di oltre 2 mila uomini, però, ha sfatato questo mito e ha rivelato quali sono le scuse che i maschietti accampano quando intendono sottrarsi a un incontro d'amore.
Ce ne sono di veramente improbabili e fantasiose: occhio quindi a quando sentite queste frasi. Sono un campanello d'allarme da non sottovalutare.
LAVORARE STANCA

Il lavoro logora. Chi non ce l'ha, ma anche, a quanto pare, chi ce l'ha. Tanto che la scusa più gettonata per non abbandonarsi all'intimità del talamo è proprio la fatica della giornata lavorativa, per il 60% degli uomini. Più sincero il 50%, che confessa di non essere in vena.
ESCO A PRENDERE LE SIGARETTE
Attenzione anche a non scambiare la voglia di fare dell'uomo per un piacevole aiuto. Spesso, si tratta di scuse: «esco a prendere le sigarette», o anche «porto fuori il cane al posto tuo». E  non fatevi impietosire da chi sostiene di aver mangiato troppo. Sta probabilmente nascondendo la sua voglia di spaparanzarsi davanti alla televisione, in attesa del suo programma televisivo preferito o di una bella partita alla Playstation.COSA NASCONDONO
Per lo più, la ritrosia maschile è dovuta a un fatto momentaneo, ma nel 7% dei casi, le scuse più o meno estrose possono essere il paravento dietro al quale l'uomo nasconde un problema di disfunzione erettile. E a quanto pare, le donne non sono sempre attente a cogliere questa sfumatura: solo il 16% delle partner, infatti, riesce a intuire la vera natura della ritrosia del proprio compagno.
RAPPORTI «BIANCHI»

Lo studio, pubblicato in coincidenza con l'avvio in Gran Bretagna del primo spot televisivo per promuovere informazioni utili per chi soffre di problemi di erezione, ha rivelato anche che circa il 25% degli intervistati confessa di non fare più sesso. Una percentuale sale al 42% tra gli uomini con più di 55 anni di età: in questi casi, circa il 47% degli uomini si rivolge al medico, ma solo il 24% affronta il problema con la partner. E quasi il 17% degli intervistati ha ammesso di aver temuto, subito dopo l'inizio dei preliminari, di non essere in grado di avere un'erezione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso