INTIMITÀ 19 Ottobre Ott 2012 1852 19 ottobre 2012

Ritrovarsi dopo un cancro al seno

Un sex toy può aiutare le donne sottoposte ai trattamenti a ritrovare la propria autostima sessuale.

  • ...
Il cancro al seno mina l'intimità sessuale.

Il cancro al seno mina l'intimità sessuale.

Il legame tra mente e corpo è fortissimo e delicato. La rottura di questo equilibrio potrebbe comportare problemi gravi per l'individuo. E, se dovesse accadere, è necessario ristabilirlo. A rischiare sono soprattutto le persone che hanno affrontato un trauma, come, per esempio, la battaglia contro il tumore al seno.
DISCONNESSIONE TRA MENTE E CORPO
Queste donne si sono sottoposte a trattamenti lunghi, spesso invasivi, responsabili di aver creato una disconnessione tra fisico e testa, quasi come fossero due mondi separati. Per aiutarle è nato il progetto "Rediscovering Intimicy"(riscoprire la propria intimità). L'iniziativa, che ha lo scopo di far riconquistare l'intimità alle donne colpite dal cancro alla mammella e ai rispettivi partner, è stata pensata dal brand svedese LELO, noto produttore di massaggiatori personali, e da Breastcancer.org, la più importante fonte online di informazioni e supporto per la salute del seno. Il marchio, nel mese di ottobre, devolverà il 50% di ricavati delle vendite del massaggiatore personale LILY, aiutando, in questo modo, Breastcancer.org.
STIMOLATORI PER RITROVARE L'INTIMITÀ
L’uso appropriato di stimolatori personali, infatti, può aiutare la donna a ritrovare la propria autostima sessuale e a sviluppare un nuovo senso di consapevolezza corporea. Ne è convinta la dottoressa Marisa Weiss, presidente e fondatrice di Breastcancer.org. Secondo l'esperta, l'uso di questi accessori da parte dei pazienti affetti da tumore è un modo efficace e adeguato per prolungare i preliminari, integrando quelle funzioni sessuali che chemioterapia e farmaci potrebbero aver compromesso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso