SEX & SPREAD 7 Ottobre Ott 2012 1844 07 ottobre 2012

Divorzio, ma quanto mi costi

Ai tempio della crisi, per dirsi addio il prezzo da pagare è ancora più salato. Tra i 42 e i 45 anni si è a rischio.

  • ...
Francesca Amé

L'età media della separazione per le donne è 42 anni, 44 per il divorzio.

Getty Images/iStockphoto

AI tempi della crisi non solo il divorzio (con tanto di pratiche dell’avvocato), ma anche la separazione diventa un ‘bene di lusso’. Ne sono una prova i separati in casa (per motivi economici) che ciascuno di noi conosce. Coppie giovani o meno giovani, con o senza figli, che non posso permettersi di lasciarsi «perché almeno con due stipendi paghiamo l'affitto e le spese e ci scappa qualcosa in più per i bambini» o «perché con il mio solo stipendio la banca non mi dà il mutuo e non posso cercarmi un nuovo appartamento» o «perché la casa è cointestata e a venderla adesso non ci ricaviamo niente».
LEGGI E MUTUI FAVORISCONO I MATRIMONI (DI CONVENIENZA)
In un Paese come il nostro in cui la battaglia per il cosiddetto ‘divorzio breve’ è ancora in corso, in cui i tempi per la separazione definitiva, in caso di prole, sono per tutti lunghi e snervanti (psicologicamente ed economicamente), in cui i bilanci amorosi si fanno anche a partire dai bilanci economici, lo stare insieme diventa (anche) pura convenienza economica. Due è meglio di uno, insomma. Stare insieme conviene: ci sono due stipendi, anche se precari, due entrate, due persone che lavorano.
LA DURATA MEDIA È DI 15 ANNI
È una realtà di cui poco si sa e che sfugge anche i dati ufficiali perché difficilmente misurabile. Eppure, lo racconta l’esperienza quotidiana, è sotto gli occhi di tutti. Del resto, se proprio vogliamo ricorrere alle classifiche, pare ormai calcolato che nel Bel (e cattolico) Paese il matrimonio duri in media 15 anni.
In dieci anni, nello specifico dal '95 al 2010, le separazioni sono aumentate di oltre il 68% e i divorzi sono praticamente raddoppiati. Dal 1975 a oggi i matrimoni falliti sono triplicati. Lo ha detto l’Istat nel suo ultimo rapporto sull’argomento (riferito al 2010). Se nel ‘95 per ogni mille matrimoni erano 158 le separazioni e solo 80 i divorzi, nel 2010 si arriva a 307 separazioni e 182 divorzi. La crisi economica ci sta mettendo lo zampino, anche nei divorzi ufficiali: nell'85% dei casi la scelta è consensuale, per evitare lunghe (e costose) diatribe tra avvocati.
I 40ANNI CRITICI, PER LUI E PER LEI
L'età media alla separazione è di circa 45 anni per i mariti e di 42 per le mogli, ma in caso di divorzio, considerati in Italia i tempi biblici del procedimento, raggiunge, rispettivamente, 47 e 44 anni. Altro dato curioso: sono in aumento del 10% le separazione degli over 60. Sconfitta di un tabù? Paura di invecchiare con accanto sempre la stessa persona? Terza età come voglia di nuove sfide?
Non è dato saperlo, ma è certo – lo dicono gli analisti – che, anche per i legami di lunga durata, sono in aumento le separazioni tra coniugi con maggiori disponibilità economiche.
Insomma, «c’eravamo tanto amati», ai tempi dello spread, possono dirlo ancora in pochi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso