22 Novembre Nov 2017 1915 22 novembre 2017

Bullismo in famiglia: come rispondere al body shaming

I parenti, magari senza volerlo, possono riservarci i commenti più cattivi sul nostro corpo. Alcuni trucchi per difendersi esistono. 

  • ...
Body Shaming Bullismo Famiglia Consigli

Parenti Serpenti, si sa. Non è solo un modo di dire, nè solo un titolo di un film. È la vera e cruda realtà. Spesso, durante i pranzi e le cene con i parenti, oltre ai «E come va l'università?» e i «Ma il fidanzatino?» dobbiamo sopportare anche commenti non sempre positivi e costruttivi sul nostro aspetto fisico. Non è bello ammetterlo, ma ci può essere del body shaming anche in famiglia. Qui alcuni consigli su come combattere il bullismo, se a fartelo sono genitori, sorelle e nonne.

PREPARATI PSICOLOGICAMENTE

Se sai di avere in programma estenuanti pranzi con i parenti, soprattutto con l'avvicinarsi delle feste, cerca di prepararti il più possibile. Così quando ti troverai davanti un insopportabile cugino o una nonna iper critica saprai come gestirli. Oltre al classico 'contare fino a 10' esiste qualche altro trucchetto da tenere a mente. Se inizi a sentire frasi non gradite, concentrati su piccoli dettagli, su qualcosa che ti faccia istintivamente meglio (un bel ricordo, un film che ti piace) e estraneati quel tanto che basta per non essere ferita dalle eventuali male lingue.

PROVA A VEDERE IL BICCHIERE MEZZO PIENO

Anche se è difficile convincersene, qualche commento che a noi sembra negativo può essere nato sotto le migliori intenzioni. Magari quella che viene rivolta è un'osservazione mal formulata, una premura che a noi sembra una critica o un consiglio figlio di altri tempi. Le nonne (e le mamme) sono cresciute in ambienti diversi dai nostri, e quello che ci dicono pensano sia per il meglio. Il body shaming famigliare può essere inavvertito: se ci viene fatto notare qualche 'chiletto' di troppo è perché per loro potrebbe essere sinonimo di un nuovo fidanzato e di una relazione felice. A modo loro, è una via per mostrare interesse e affetto.

FA PARLARE IL SILENZIO

Quando ricevi un commento che dovrebbe essere scherzoso, ma che invece è solo fastidioso, prova a ribattere stando in silenzio. Sul momento, ignorare una provocazione potrebbe essere la migliore strategia per far sentire l'altro in imbarazzo, o in colpa, per aver fatto una battuta sul tuo aspetto.

CHIEDI AIUTO AGLI ALLEATI

Anche se tutti sono d'accordo sul dire che usare il telefono a tavolo non è buona educazione, in caso di bisogno si può fare un'eccezione. Quando ricevi una frecciatina velata o una critica aperta che proprio non riesci a mandare giù, prendi la tua borsa e corri in bagno: una chiamata alla tua migliore amica o un messaggio su una chat di Whatsapp potrebbe subito farti sentire meglio. Chi non ama insultare i propri parenti serpenti?

CHIEDI E TI SARÀ DATO

Ok prepararsi psicologicamente ed essere consapevoli di avere dei parenti idioti, ma mai dare le proprie emozioni per scontate. Se qualcosa ci fa stare male, non bisogna fare finta di niente, nè cercare di non pensarci: la migliore cosa da fare con i sentimenti (quelli belli come quelli brutti) è accettarli e capire da cosa derivino. Sul lungo termine, insabbiare ci fa più male che portare alla luce. Se un commento negativo arriva da qualcuno a cui teniamo particolarmente (un genitore, una sorella, una nonna), faglielo notare. Più chiara sarai, meglio ti sentirai dopo: «basta battute sui miei capelli», «basta riferimenti alle mie gambe» e via discorrendo.

NON SENTIRTI IN COLPA A TAGLIARE I PONTI

Non è facile quando si parla di famiglia, ma man mano che si cresce si diventa più indipendenti e padrone del proprio tempo. Non sta scritto da nessuna parte che qualcuno ci debba andare a genio solo perchè è un lontano (o vicino) parente. A volte per ottenere un po' di pace bisogna imparare a guadagnarsi spazio. Se un rapporton è negativo, non aver paura di tagliare i ponti.

QUELLO CHE NON UCCIDE, FORTIFICA

Non è facile avere a che fare con le critiche, soprattutto se provengono dalla tua famiglia, ma se riesci a non farti rovinare il morale ne uscirai più forte e sicura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso