20 Ottobre Ott 2017 1634 20 ottobre 2017

Tumore al seno: «Toccatevi le tette», lo spot per l'autopalpazione

Aumentare la consapevolezza del proprio corpo è lo scopo dei creativi inglesi. Per il cancro alla mammella servono però i controlli.

  • ...
Autopalpazione Del Seno

Capezzoli nudi in tv. Durante il giorno. Nella pudica Inghilterra. Le emittenti brittanniche, con il benestare di sua Maestà, hanno deciso infatti di violare ogni regola mandando in onda dalle 9 alle 20 i petti scoperti di uomini, ma soprattutto donne. Tette in primo piano, dunque, e questa volta per una buona causa: promuovere l’autopalpazione in primis ma, soprattutto, avere una maggiore consapevolezza del proprio corpo. Ottobre è infatti il mese dedicato alla lotta contro il tumore al seno e lo spot realizzato da CoppaFeel! fa parte della campagna di sensibilizzazione Breast Cancer Awareness.

«TOCCATEVI LE TETTE», VI SALVA LA VITA

Per una volta non si gira intorno al problema. Anzi, CoppaFeel! lo prende, letteralmente, di petto. Non solo mostrando i seni nudi, ma anche con uno slogan chiaro ed efficace: «Toccarvi le tette può salvarvi la vita». Per una volta niente eufemismi o giochi di parole, perché essere semplici e diretti è il modo migliore per affrontare la questione. Il tumore al seno colpisce una donna su otto, risultando il cancro femminile più diffuso. Salvarsi dalla malattia è possibile, a patto che la diagnosi sia tempestiva e l'autopalpazione può essere un primo passo.

AUTOPALPAZIONE SÌ, MA NON SOLO

Per questo l’autopalpazione deve essere effettuata regolarmente e può rappresentare un primo campanello d’allarme se si nota qualcosa di strano. Tuttavia, non basta. Perché all’inizio il tumore al seno ha dimensioni piccolissime e lo si può individuare solo con gli esami specifici: ecografia mammaria e mammografia. Gli esperti lo ribadiscono con forza: è fondamentale effettuarli regolarmente per una prevenzione efficace.

IL TUMORE AL SENO NON È L’UNICA RAGIONE

E se il capezzolo che ha fatto scalpore si intravede di sfuggita, la vera immagine forte è quella di chiusura: una donna che si palpa lentamente la tetta destra. Al posto di quella sinistra, c’è una grande cicatrice. Lo spettatore è così messo davanti agli effetti di una mastectomia. Ma il vero scopo dello spot di CoppaFeel! non è il tumore al seno: toccarsi è importante perché significa conoscere e apprezzare il proprio corpo. Dunque, prendersene cura. Fare una prevenzione del cancro efficace significa prenotare esami specifici in strutture attrezzate. Il tatto non può sostituire questi controlli, ma è un dono che spesso non sfruttiamo abbastanza: perché alla fine «nessuno conosce il tuo corpo meglio di te, solo che tu ancora non lo sai», concludono i creativi inglesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso