20 Gennaio Gen 2016 1612 20 gennaio 2016

Una dieta selvaggia

Stanchi di bovini e insaccati? Se volete rimettervi in forma senza rinunciare alla carne, potreste provare quella iperproteica (e molto leggera) di animali come l'alce, lo struzzo e persino il canguro.

  • ...

Non è un grande periodo per la carne, sempre più sotto accusa. A fine ottobre l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha comunicato di avere a disposizione «prove non definitive» che indicano la carne rossa come probabilmente cancerogena. Di questi giorni è invece la notizia che Tonga è il Paese più grasso del mondo, con un'aspettativa di vita in continuo calo e il 40% degli abitanti affetti da diabete di tipo 2. Ebbene, la principale causa di questa condizione sarebbe il largo consumo di carne grassa, in particolare di costolette di montone importate dalla Nuova Zelanda che, in pratica, avrebbero annullato gli effetti benefici della tradizionale dieta dei tongani, composta da pesce, tuberi e cocco.

BASTA NON ESAGERARE
Eppure, non tutta la carne (rossa in particolare) viene per nuocere, soprattutto se si opta per varietà diverse dai soliti hamburger, salsicce e fettine scelte dal supermercato sotto casa. Magari senza fare come Leonardo DiCaprio, che sul set di The Revenant ha mangiato sul serio fegato crudo di bisonte pur essendo vegetariano. Ecco quali sono le carni più proteiche e light da provare. Perché, diciamolo, un po' di carne non fa certo male all'organismo: come in tutte le cose della vita, occorre avere misura.

STRUZZO
Gli allevamenti di struzzo non sono rari in Italia, eppure sono in molti a non aver mai provato la carne del più grande pennuto esistenti, considerato una prelibatezza in molti Paesi del mondo. Merito del gusto dolce della carne, molto saporita e simile a quella rossa, anche se è considerata pollame. 100 grammi di carne di struzzo apportano 117 calorie circa, con 22 grammi di proteine e 2,5 di grassi.

ALCE
Molto difficile trovare carne di alce in Italia (il più grande cervide esistente è molto diffuso in Canada, Russia, Scandinavia e Stati Uniti), ma non impossibile. Tuttavia è un peccato, perché sarebbe perfetta per chi si vuole mettere a dieta. Come carne è infatti davvero magra: per ogni 100 grammi ci sono 102 calorie, 22 grammi di proteine e nemmeno uno di grassi. Quanto al gusto, è simile a quella di cervo, animale di cui l'alce è 'cugino'. È inoltre ricca di ferro, fosforo, zinco e vitamine del gruppo B.

BISONTE
Per ogni 100 grammi di carne di bisonte ci sono 113 calorie, 21 grammi di proteine e 2,5 di grassi. I valori salgono un po' se si opta per una bella bistecca, ma risultano comunque più light di quelli del manzo, che per ogni 100 grammi apporta circa 250 calorie. Il bisonte ha una carne leggermente dolce e dal sapore robusto, grande fonte di zinco, ferro, vitamina B6 e selenio: una scelta perfetta per sostituire il consumo di carne bovina. Peccato che non sia semplice da trovare.

COCCODRILLO
Il CrocoBurger proposto dallo Zimbabwe è stato una delle grandi attrazioni culinarie di Expo Milano 2015. La carne di coccodrillo, come sapore, si piazza a metà strada tra il pollo e il pesce, ha una buona consistenza, una trascurabile percentuale di colesterolo e sodio, pochi grassi (5 grammi ogni 100) e alti valori nutrizionali, con 185 calorie circa per 100 grammi di carne. Stupisce l'apporto proteico, pari al 30%: come il parmigiano, in pratica, che però è molto più grasso.

EMÙ
L'emù vive in Australia e tra gli uccelli è secondo per dimensioni solo allo struzzo, a cui è accomunato (nelle sue carni) da pochi grassi e basso livello di colesterolo. Sono 120 le calorie circa all'etto, attorno al 22% le proteine, mentre la percentuale di grasso si attesta tra il 3 e il 4%. Il gusto dell'emù è simile a quello dello struzzo e la carne ha il pregio di essere davvero ricca di magnesio, riboflavina, niacina, vitamine del gruppo B e ferro.

ZEBRA
La carne di zebra è ricca di zinco e omega-3, acidi grassi che aiutano a migliorare la salute di cuore e arterie, riparare le cellule muscolari e mantenere intatto il sistema immunitario. È molto magra (0,5%), più del pollo ad esempio, e ha un altissimo contenuto proteico, pari a circa 35 grammi all'etto. Punti in comune con la carne di coccodrillo: anche lo ZebraBurger è stato proposto dallo Zimbabwe a Expo Milano 2015. Dal sapore più delicato rispetto al manzo, apporta circa 148 calorie ogni 100 grammi.

CAMMELLO
Cammelli e dromedari sono preziosi mezzi di trasporto in diverse aree del pianeta: forniscono latte, lana e, quando ormai sono a 'fine corsa', anche ottima carne. Si dice che abbia proprietà afrodisiache: di sicuro è ideale per chi si mette a dieta. Un etto di carne di cammello sfiora ma non raggiunge le 100 calorie grazie alla percentuale di grasso tra l’1.2 e l’1.8% (la carne bovina oscilla tra 4 e 8%). Pari al 22% le proteine, molta vitamina B, contenuto il livello del colesterolo.

CANGURO
Com'è naturale, la carne di canguro ha un sapore più selvatico e dunque deciso rispetto a quello delle carni tradizionali. Da sempre fonte di cibo per gli aborigeni australiani, il canguro è un animale magrissimo: ha infatti appena 1 grammo di grasso all'etto. Discreto l'apporto proteico, attorno al 20%, e davvero poche le calorie di ogni etto di carne, circa 100. Ottima fonte di omega-3, il canguro vanta anche alti livelli di ferro, zinco e vitamine del gruppo B.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso