19 Novembre Nov 2015 1413 19 novembre 2015

Il 20 novembre «In farmacia per i bambini»

Un'iniziativa benefica della Fondazione Francesca Rava-Nph Italia onlus per aiutare - donando farmaci e prodotti alimentari - i piccoli che vivono in povertà sanitaria in Italia e ad Haiti. Destinatari 250 enti.

  • ...
farmacie

Si chiama «In farmacia per i bambini», è un’iniziativa nazionale della Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus in oltre 1.100 farmacie aderenti in tutta Italia in occasione della quale migliaia di volontari si affiancheranno ai farmacisti nella sensibilizzazione sui diritti dei bambini e nella raccolta di farmaci e prodotti pediatrici. Quelli raccolti saranno donati a 250 enti che aiutano i bambini che vivono una condizione di povertà sanitaria in Italia e in Haiti all’Ospedale pediatrico NPH Saint Damien. La terza edizione dell'iniziativa è prevista per il 20 novembre 2015, in occasione della Giornata Mondiale dell’Infanzia. Sostengono l’iniziativa KPMG, Mellin, Solgar, Nutricia, Chicco ed EcoEridania, anche con la donazione di prodotti e il volontariato d’impresa. Le farmacie aderenti su www.nph-italia.org.

I BAMBINI BENEFICIARI
Secondo i dati Istat, nel 2014 la povertà assoluta ha coinvolto il 5,7% delle famiglie, mentre quella relativa il 10,3%. Grazie al contributo dei tanti volontari che hanno partecipato nell'edizione 2014, è stato possibile donare 90 mila confezioni tra farmaci pediatrici da banco, alimenti per l’infanzia e prodotti baby care a 182 enti beneficiari in Italia e all’Ospedale Pediatrico N.P.H. Saint Damien di Haiti, che assiste 80 mila bambini l’anno in questo Paese del quarto mondo dove un bambino su tre non arriva all'età di cinque anni.

PARTE DELLA RACCOLTA AI PROFUGHI
Quest’anno l’obiettivo è ancora più ambizioso, perché si conta di aiutare 250 enti su tutto il territorio nazionale, che danno sostegno ai bambini che vivono una condizione di povertà sanitaria (tra i quali Case Famiglia, Comunità per minori, Comunità per mamme e figli). Tra questi ci sono quelli che fanno fronte alle necessità dei bambini migranti e delle loro famiglie; un’emergenza che la Fondazione Francesca Rava conosce bene essendo da due anni impegnata nell'invio di team di volontari medici per l'assistenza sanitaria a bambini e donne incinte sulle Navi della Marina Italiana nel Canale di Sicilia. Parte della raccolta milanese sarà destinata al centro di assistenza profughi del Comune di Milano che ha il suo hub alla Stazione Centrale. A Genova la raccolta sarà destinata a tre enti, uno dei quali opera a Prè, quartiere ad alta concentrazione di famiglie straniere e in condizioni di disagio, con il quale l’assistenza pediatrica si rafforzerà e continuerà nel tempo grazie al sostegno di EcoEridania.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso