Salute 21 Maggio Mag 2015 1409 21 maggio 2015

Vestiti nuovi? Meglio lavarli

Il monito del professor Belsito: gli abiti appena comprati sono ricchi di sostanze potenzialmente pericolose.

  • ...
FASHION-LUXURY-ARTS-DIOR

L'avete osservato a lungo da dietro una vetrina e poi, dopo lunghi tentennamenti, l'avete comprato e non vedete l'ora di indossarlo la sera stessa. Che si tratti di un jeans, di un abito da sera o di un maglioncino, toccherà avere pazienza e infilare piuttosto in lavatrice il capo d'abbigliamento nuovo di zecca.

VESTITO CHIMICO
Il monito arriva da Donald Belsito, dermatologo del Columbia University Medical Center di New York. Lo studioso ritiene infatti che le sostanze chimiche con cui vengono trattati i vestiti affinché vestano al meglio i manichini possono provocare delle fastidiose eruzioni cutanee. Quando va bene. Perché se sul tessuto è stata spruzzata della formaldeide (la stessa sostanza che viene usata per l'imbalsamazione, esatto) si rischia addirittura di aumentare il rischio di tumore.

UN TRIPUDIO DI BATTERI
Non si salvano nemmeno i coloranti, molti dei quali a rischio allergia. Per non parlare di rischi più 'biologici' e meno chimici. Prima di essere venduti, infatti, i vestiti vengono spesso provati da decine di persone, le quali trasferiscono il proprio 'patrimonio batterico' ai capi d'abbigliamento. Prospettiva sicuramente poco allettante, anche per la salute.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso