Sportive 10 Marzo Mar 2015 1757 10 marzo 2015

Corri che ti passa

Dieci buoni motivi per cui fare jogging è un toccasana per l'umore e il corpo.

  • ...
148389080

La natura ci ha programmati per farlo. Allora perchè non assecondarla. L’uomo è nato per correre, non per stare fermo. La struttura scheletrica, il modo in cui si brucia energia, la capacità di smaltire il calore prodotto rivelano che siamo stati fatti anche per lo jogging su lunga distanza. Basta un piccolo parco vicino casa, un percorso poco trafficato individuato in periferia e il gioco è fatto. E la corsa ha una cascata di effetti positivi su mente e corpo. Inoltre lo jogging è lo sport ecologico per definizione. Che fornisce anche l’occasione per scoprire angoli di natura nascosti nelle metropoli. Durante la 'marcia' si notano i cambiamenti di stagione, l’arrivo delle prime gemme sugli alberi, la comparsa progressiva delle foglie, lo sbocciare dei fiori. L’immersione nel tempo atmosferico, fatto di pioggia, sole, aria, accorcia le distanze con la realtà e ci gratifica, facendoci sentire parte di un unico, grande, meccanismo vitale.

E se non siete ancora convinte ecco le dieci buone ragioni per mettere le scarpe comode e lanciarvi nella marcia.
1. È COSTO ZERO. Bastano un paio di scarpe (rigide e con suola antiscivolo) e una strada. Insomma addio agli spesso costosi abbonamenti in palestra.
2. È SANA. Correre permette di stare all’aria aperta e quindi respirare aria pura (per quanto possibile) ossigenando corpo e cervello.
3. RIDUCE I RISCHI DI MALATTIE CARDIOVASCOLARI. Una recente ricerca pubblicata sul Journal of American College of Cardiology parla addirittura di una riduzione fino al 45% del rischio di morte per malattie cardiovascolari. Perchè fare jogging migliora la pressione sanguigna e il colesterolo buono (HDL).
4. SI DIMAGRISCE RAPIDAMENTE. Lo jogging è forse il metodo migliore per bruciare calorie: praticando un’ora di corsa a livello intenso si possono bruciare da 700 a 800 calorie. Inoltre aumenta la tolleranza agli zuccheri, inibisce i processi di coagulazione del sangue, regola positivamente il metabolismo lipidico e il bilancio energetico. Insomma un'arma nelle mani di chi vuole perdere peso.
5. RAFFORZA LE ARTICOLAZIONI. Secondo la scienza correre 15 minuti per 3 volte alla settimana riduce il rischio di osteoporosi del 40% e aiuta a prevenire l'artrosi. Se le articolazioni non sono soggette a particolari patologie lo jogging è utile anche per rinforzare legamenti e cartilagine. Inoltre aumenta la densità ossea riducendone il decremento in età avanzata.
6. LIBERA DALLO STRESS. Praticare jogging con costanza aumenta la serotonina ovvero quel neurotrasmettitore fondamentale per regolare l'umore (ma anche il sonno, l'appetito, l'apprendimento e la memoria).
7. AIUTA A RIPOSARE MEGLIO. La seratonina influenza anche il ritmo sonno-sveglia. Ecco perché chi pratica jogging con regolarità non sa cosa sia l’insonnia.
8. AIUTA A COMBATTERE IL CANCRO. Agendo indirettamente su alcune delle principali cause (sovrappeso, difese immunitarie, riduzione dei livelli di insulina nel sangue, riduzione del livello di ormoni che sono fattori di rischio tumorale), la corsa abbassa il rischio di tumori.
9. RALLENTA L'INVECCHIAMENTO. Dopo i 20 anni la naturale produzione dell’ormone della crescita (HGH, Human Growth Hormone) inizia a diminuire, per fermarsi quasi definitivamente dopo i 40. L’unico modo per non bloccare definitivamente la produzione di questo ormone e quello di praticare un’attività sportiva, in particolare la corsa.
10. MIGLIORA L'AUTOSTIMA. Un incremento della resistenza fisica e psichica alla fatica e la forza di volontà sviluppate nella pratica costante della corsa generano un aumento della fiducia in sé stessi e dell'autostima.

COME FARE JOGGING
La cosa importante è però andare per gradi e iniziare correndo per 10-15 minuti. Per poi aumentare intensità e durata dell’allenamento fino ad arrivare a sessioni di 30-45 minuti. Prima di iniziare a correre è opportuno fare una camminata veloce e al termine fare qualche esercizio di stretching. A livello di outfit nei mesi invernali l’abbigliamento ideale è a strati, mentre quando è più caldo bastano una t-shirt ed un paio di pantaloncini anche corti. Che siano però realizzati con tessuti che consentono una corretta traspirazione.
Poi ognuno di noi può correre come vuole. Perchè non esiste una posizione standard, ma rispettare alcune regole aiuta ad evitare inutili rischi. L'ideale è fare jogging con i muscoli del collo rilassati e tenere la testa in una posizione fissa, non troppo avanti o troppo indietro. Le spalle devono essere decontratte, il busto leggermente inclinato in avanti per riuscire a correre in scioltezza. Non si deve correre a ginocchia alte e sulla punta dei piedi. Il passo non deve essere particolarmente lungo e il piede deve essere tenuto il più possibile aderente al suolo. Poi bisognerebbe cercare di sincronizzare il movimento delle braccia, comunque siano tenute, con quello delle gambe. Quando si pratica la corsa, sia a livello agonistico che a livello amatoriale, è opportuno infine controllare la frequenza cardiaca proprio per trarre il maggior giovamento dalla pratica di questa attività sportiva.

QUANDO CORRERE
L’ideale sarebbe fare jogging circa 2 o 3 volte alla settimana per permettere al fisico di recuperare. È bene evitare di correre subito dopo i pasti.

DOVE FARE JOGGING
Se possibile è meglio evitare l’asfalto e scegliere una zona sterrata come parchi e zone verdi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso