Malattie pediatriche 25 Luglio Lug 2014 1312 25 luglio 2014

Immunodeficienza comune variabile

Alcuni pazienti sono diagnosticati nella prima infanzia, in altri casi la patologia esordisce nella seconda-terza decade di vita.

  • ...
amiloidosi

L'immunodeficienza comune variabile espone alle infezioni batteriche.

L'immunodeficienza comune variabile comprende un gruppo eterogeneo di malattie caratterizzate da ipogammaglobulinemia significativa di origine sconosciuta, incapacità di produrre anticorpi specifici dopo immunizzazione e suscettibilità alle infezioni batteriche, in particolare da batteri capsulati.

COME SI RICONOSCE

Alcuni pazienti sono diagnosticati nella prima infanzia, in altri casi la patologia esordisce nella seconda-terza decade di vita, e di solito intercorre un periodo di anni tra l'esordio e la diagnosi. Oltre il 98% dei pazienti presenta episodi ricorrenti di bronchite, sinusite, otite e polmonite e la complicazione più significativa è un danno polmonare cronico.

COME SI CURA

Non esiste una terapia risolutiva. Il trattamento si basa sulla terapia sostitutiva con immunoglobuline ottenuta da pool di sangue umano, di solito somministrato per via endovenosa o sottocutanea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso