S.O.S ANSIA 21 Giugno Giu 2013 0931 21 giugno 2013

Stress e lavoro: i consigli ai manager

L'ansia colpisce un lavoratore su due. Il vademecum degli esperti. A partire dai manager.

  • ...
Stress e lavoro.

Stress e lavoro. L'ansia e la tensione al lavoro colpiscono un italiano su due. A dimostrarlo un sondaggio dell’Agenzia europea per la salute e la sicurezza sul lavoro (EU-OSHA).

Getty Images/iStockphoto

A lavoro, stress, ansia e tensione sono sempre di casa. A dimostrarlo un sondaggio dell'Agenzia europea per la salute e la sicurezza sul lavoro (EU-OSHA). Una intervista su 480 lavoratori maggiorenni a tempo pieno, parziale o autonomi ha dimostrato che più di un italiano su due ritiene di lavorare in un ambiente stressante e oltre sette su 10 considerano la precarietà la causa principale di preoccupazione.
PRECARI STRESSATI
Per gli esperti, inoltre, la medaglia d'oro per i più stressati d'Europa va ai lavoratori dei Paesi con un debito pubblico molto alto, tra questi figura (purtroppo) anche il nostro Paese. Tra i maggiori problemi, infatti, si rileva il senso di precarietà e la riorganizzazione del lavoro. A soffrire sono soprattutto le donne; mentre la categoria di lavoratori più provati risultano medici e infermieri, con un settore sanitario molto provato da carico e ore di lavoro.
RISCHIO DI MALATTIE
E così con lo stress alle porte, aumenta il rischio di emicrania, malattie cardiovascolari, ulcere, ipertensione e dolori muscolo-scheletrici, ma anche depressione, scarsa memoria e aggressività. Un problema da non sottovalutare, se si considera che, per  l'Istituto Americano per lo Stress, fino all'80% degli incidenti sul lavoro è legato allo stress.
LA RESPONSABILITÀ DI CHI COMANDA
Ad avere grande impatto sulle tensioni accumulate dai lavoratori sono sicuramente i manager. A proposito arriva dagli Usa nelle librerie italiane un saggio che si rivolge direttamente alla testa delle aziende, i boss, al fine di dar loro alcune linee guida per far stare meglio i propri dipendenti e vivere un ambiente più sereno e propositivo.
EDUCARE I CAPI
Il testo Prevenire lo stress lavoro correlato. Come diventare manager positivi di Emma Donaldson-Feilder, Joanna Yarker, Rachel Lewis prova, quindi, a risolvere l'annoso problema partendo dal concetto che prima di educare le vittime dello stress a combattere tensioni e malumori, bisogna partire dal cuore del problema, i capi che sottopongono i dipendenti a particolare agitazione.
Ecco alcuni consigli utili dedicati proprio ai responsabili dell'ufficio:
- avere attenzione nei confronti dei propri dipendenti, chiedendo ad esempio loro: 'Come stai?';
- ascoltare i lavoratori e dedicare loro del tempo;
- evitare gli sbalzi d'umore, anche sotto pressione;
- preferire il faccia a faccia alle email;
- dare scadenze realistiche;
- complimentarsi con i dipendenti per i lavori fatti bene;
- informare i dipendenti sugli obiettivi di lavoro;
- essere accondiscendenti con le esigenze personali dei dipendenti;
- ammettere i propri errori e prendersi le proprie responsabilità;
- permettere di crescere professionalmente ai propri dipendenti;
- essere socievoli e fare gruppo con la propria squadra;
- permettere a tutti i dipendenti di fare formazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso