Grande Fratello Vip 2017

Grande Fratello Vip

2 Novembre Nov 2017 1259 02 novembre 2017

Grande Fratello Vip, Carmen Russo: «Ignazio e Luca? Come Cip e Ciop»

La showgirl racconta la sua esperienza nel reality analizzando i rapporti con gli altri concorrenti della Casa: «C'è un gruppo, capitanato da Giulia De Lellis e Ivana».

  • ...
Carmen Russo

Se avesse partecipato a un talent show nel fiore dei suoi anni, probabilmente avrebbe vinto tutto. En plein, immaginarla è fin troppo facile. Da Amici a X Factor, da Tu si Que Vales a Italia’s Got Talent. Carmen Russo ha fatto tutto, e sa ancora fare tutto. Ballerina eccellente, attrice, ha lavorato con grandi registi e attori, in tv, al cinema, a teatro. Ha scritto un libro. E ha pure inciso dei dischi a inizio carriera. Oggi, probabilmente, avrebbe raggiunto il successo in pochissimo tempo, come accade a chi vince questo tipo di programma. Ma Carmen, cinquantotto anni, nata a Genova, sposata con Enzo Paolo Turchi e mamma di Maria, 4 anni, non cambierebbe una virgola del suo percorso nel mondo dello spettacolo. «Adesso diventi qualcuno in pochi mesi e nessuno in pochi giorni. Ai miei tempi se entravi nel cuore del pubblico ci rimanevi, perché la gente imparava a conoscerti piano piano, un passo alla volta». Veterana dei reality show, Carmen Russo è l’ultima eliminata dal Grande Fratello Vip. Pochi dubbi per il pubblico: il 66% di chi ha votato, la voleva fuori.

DOMANDA: Sei rimasta nella casa solo due settimane. Forse è stato meglio così. Avresti resistito ancora tanto tempo lontano dalla bimba?
RISPOSTA: In effetti hai ragione. Forse un’altra settimana. Ma non di più. Su Instagram ho pubblicato l’accoglienza sua e del papà quando sono tornata a casa. Mi hanno fatto commuovere, per davvero.

D: Ringrazia Aida Yespica allora. Che di fatto ti ha buttato fuori.
R:
Beh, perché no? La conoscevo bene, perché ci eravamo affrontate già all’Isola dei Famosi e anche in quel caso aveva vinto lei. Ma nessun rancore o altro. In fondo è il pubblico che decide. Personalmente ho votato lei in nomination perché non volevo andare alla sfida contro Corinne Clery o Raffaello Tonon, che sono entrati con me nella casa. Non mi sembrava giusto.

D: Gli schieramenti della casa iniziano a essere chiari. E intanto vengono eliminate solo le donne…
R:
Di sicuro esiste un gruppo, capitanato da Giulia De Lellis e Ivana. Poi ci sono Cip e Ciop come li ho soprannominati io, e cioè Ignazio e Luca. Infine i fratelli Rodriguez, che sono forti perché sono in due. Anzi in tre, ora che lei ha questa liaison con Moser.

D: Una volta al GfVip nascevano amori. Oggi si interrompono. Cecilia ha lasciato il fidanzato con un messaggio video.
R:
Personalmente non avrei agito come lei. Avrei risolto parlando direttamente con il diretto interessato, trovo sia brutto essere lasciati così, senza poter dire la propria. Io, ma perché sono fatta in un certo modo, avrei aspettato l’uscita dalla casa prima di interrompere una storia e iniziarne un’altra.

D: Quindi Cecilia si è comportata male.
R:
No, sia chiaro, io ho massimo rispetto per lei, la conosco bene, ci siamo viste anche quest’estate e lei era con Francesco, il suo ex. Stavano bene, parlavano di fare un figlio anche loro, io ero con Maria. Sembravano affiatati. Ma questa è la vita.

D: Chi vincerà secondo te questo GfVip?
R:
Non me la sento di dare una risposta. Sono rimasta dentro troppo poco per dare un giudizio in questo senso. Di sicuro Cristiano Malgioglio è un amico, lo conosco da 30 anni. Quindi faccio il tifo un po’ per lui.

D: Tu ti sei messa a totale disposizione della casa. Sorpresa di esser stata nominata?
R:
Da un punto di vista morale sì, perché penso di aver dato un bel contributo. Davo una mano ovunque, facevo ginnastica, mi davo da fare. Sono stata un ciclone in casa. E credo che gli altri concorrenti non si aspettassero un impatto del genere. Hanno capito che potevo essere indipendente e forse mi hanno un po’ temuto. Comunque mi sono divertita. Una bella esperienza.

D: E dire che hai avuto la possibilità di 'studiare' la casa, essendo entrata dopo.
R: E chi ha avuto il tempo per farlo? La tv la guarda solo mia figlia. Ormai sono un’esperta di cartoni animati. Ho letto un po’ su internet, ma non ho seguito lo show al 100%.

D: Dai allora, dicci come sta Maria. E com’è essere mamme di una bimba a 58 anni.
R: Posso dirvi che Enzo Paolo è stato un mammo fantastico. È per questo che ho accettato di entrare nella casa. E ammetto di aver sofferto, mi è mancata tanto. Ma sono soddisfatta. Restare lontana da lei così tanto tempo mi ha fortificato. Essere mamme è una gioia dopo l’altra. Quando c’è amore non esiste un’età migliore di un’altra. Di certo hai meno energie alla mia età di quante ne hai a 20 o 30 anni.

D: Sei ancora una bellissima donna, nel fiore dei tuoi anni eri davvero una bomba sexy riconosciuta in Italia e non solo. Oggi però la bellezza è cambiata. I canoni sono molto diversi.
R: È normale. Oggi vanno molto le ragazze molto magre ma credo sia un po’ una ruota che gira. Era così anche prima di me. Sono stata io a lanciare la donna maggiorata con il Bagaglino. Personalmente mi piaccio ancora molto, solo che le priorità adesso sono altre. So che potrei mettermi il bikini, ad esempio, ma non lo faccio perché non ne sento la necessità. Non dimentichiamoci poi di un altro dettaglio.

D: Quale?
R: Che oggi la bellezza è più patinata. Ai miei tempi era più autentica. Perché con i social e con i filtri, vediamo ragazze in foto che sembrano pazzesche. E poi quasi sempre ci domandiamo: ma lei sarà davvero così?

D: Ultime domande: un ricordo dei vari grandi personaggi con cui hai lavorato. Partiamo da Paolo Villaggio.
R: Grande generosità. Gli devo molto. Feci con lui una piccolissima parte in un film. Lui si accorse del mio entusiasmo e mi disse: quando finisci la scuola vieni da me che ti presento il mio agente, così inizi a fare qualcosa di serio.

D: Federico Fellini.
R: Lavorare con lui è stata una grandissima opportunità. Un mese a dividere il set con lui, ogni singola cosa, ogni singolo oggetto. Per me era immenso, grandissimo, incredibile anche solo da vedere e toccare.

D: Lino Banfi. E poi Franco e Ciccio.
R: Lino è uno dei comici che mi ha fatto più ridere in assoluto. Con Franco e Ciccio facemmo insieme uno sketch a Drive In, temevo potessero sovrastarmi, è normale quando ti capita di lavorare con una coppia affermata come la loro. Invece furono bravissimi a coinvolgermi, venne tutto naturale. Due splendide persone.

D: L’ultimo: Enzo Paolo Turchi.
R: Non so, devo approfondire la sua conoscenza.

D: Sembrate affiatati però.
R: Scherzi a parte, è un uomo di grande generosità e creatività artistica. Quando ci siamo conosciuti lui era un grande coreografo, dirigeva Lorella Dorella, Raffaella Carrà, Carla Fracci. Io ero la semplice ragazza che veniva dal Bagaglino, insomma non avevo un cliché da ballerina, eppure lui mi ha notato. È stato Enzo a darmi la patente artistica della danza. Pur di lavorare con lui feci una tournée gratis, perché capii che potevo crescere per davvero.

D: Che farai adesso, di nuovo a casa?
R: Abbiamo dei progetti, vediamo. Qualcosa per la tv. Uno riguarda le donne, un altro gli animali. Aspettate e vedrete.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso