Grande Fratello Vip 2017

Grande Fratello Vip

19 Ottobre Ott 2017 1250 19 ottobre 2017

Grande Fratello Vip, Gianluca Impastato attacca Malgioglio

Il comico uscito dalla casa del Gf Vip spiega l'eliminazione: «Nessuna bestemmia, qui mandano avanti i personaggi. Chi tifo? Ignazio Moser».

  • ...
Gianluca Impastato Frande Fratello Vip

Nessuna bestemmia. Nessuna imprecazione. Gianluca Impastato non ci sta. Quando una campagna parte dai social è difficile poi arginarla. «Va squalificato». E così, dopo Marco Predolin, un altro concorrente del Grande Fratello Vip è stato eliminato per aver pronunciato una frase 'proibita'. «Più che altro scaraventato fuori dalla nave, onda su onda come direbbe Paolo Conte», dice il comico. Che si difende, attacca Cristiano Malgioglio e la produzione del Gf Vip, e spiega di non aver mai detto niente di male. Milanese, 46 anni, da quasi un decennio il più maldestro sommelier che si sia mai esibito sul palco di Colorado Cafè, Gianluca Impastato non potrà partecipare all'edizione di quest'anno. Sapeva che l'ingresso nella casa lo avrebbe escluso dallo show di Italia 1 che ripartirà il 2 novembre, condotto da Paolo Ruffini e Federica Nargi. Ma adesso, finita l'avventura al Gf Vip, cosa farà? «Tornerò a concentrarmi sul mio lavoro e sui miei spettacoli, ma non subito», racconta Gianluca Impastato a LetteraDonna. «Voglio lasciar passare questa 'coda' del Grande Fratello Vip e calmare un po' le acque. L'intrattenimento puro, 24 ore su 24, come quello di un reality non l'avevo mai provato. Emotivamente è stata un'esperienza molto forte».

Gianluca Impastato, il concorrente del Grande Fratello Vip eliminato per una presunta bestemmia.

DOMANDA: Sei dispiaciuto per com'è finita, si vede.
RISPOSTA:
Sono vittima della moviola, quella che oggi si chiama Var. In fondo è andata come succede nel calcio: il Grande Fratello ha preso la sua decisione dopo aver ascoltato e riascoltato la registrazione. Il problema è che la moviola, a mio giudizio, è stata usata male perché lo ripeto: non ho mai pronunciato quelle parole, la bestemmia è qualcosa che non mi appartiene ed è anche per questo che sono sereno. Personalmente ho la coscienza pulita e l'attestato di stima degli altri compagni della casa per me vale più di ogni altra cosa.

D: Cosa ti hanno detto prima di uscire?
R:
Più che altro la domanda giusta è cosa mi hanno fatto. In valigia ho trovato un bellissimo cartello con tutti i loro messaggi. O quasi tutti...

D: Fuori i nomi, allora: chi non ha firmato il biglietto dei ricordi?
R:
Beh, Malgioglio è anche l'unica persona che non mi ha salutato prima di uscire, quindi non mi sorprende. Un po' ci sono rimasto male, ma d'altra parte non mi piace molto il modo in cui lui cavalca populismo e perbenismo. Ricordo ancora quando ha nominato Lorenzo Flaherty solo perché si era messo a ridere per una battuta di Predolin, considerata da Cristiano un po' omofoba.

D: Sulla tua presunta bestemmia ha commentato: «Queste cose non succederebbero se tutti andassero a letto a mezzanotte come faccio io».
R:
Ma di fregnacce nella casa ne diciamo parecchie. Quando c'è relax e goliardia le cazzate sono all'ordine del giorno, se non siamo in grado di dar loro il giusto peso diventa poi difficile la convivenza. Non a caso lui dorme sempre per i fatti suoi, mai con noi. E infatti io l'ho sempre nominato, così come lui ha sempre nominato me.

D: Ti senti vittima di un'ingiustizia?
R:
La questione è un'altra. Dal mio punto di vista bisogna essere sicuri al 100% prima di punire un'irregolarità, trovo sia sbagliato prendere una decisione così drastica come un'eliminazione senza la certezza di cosa sia stato detto. Spero che questo episodio serva a perfezionare il regolamento, perché ce n'è bisogno. Nel dubbio non si può e non si deve condannare. Non è un caso che io abbia ricevuto grande solidarietà non solo dai ragazzi, ma anche dalla produzione.

D: Produzione con la quale non sei stato per nulla tenero, dicendo «qui è tutto prestabilito, cambiano le carte in tavola».
R:
Dopo tanti anni in televisione un po' ci pensi, inevitabilmente. Ovviamente l'unica cosa insindacabile è il voto dei telespettatori. Ma è comprensibile che il team degli autori debba preservare i personaggi che funzionano di più. Quando Malgioglio è finito in nomination, come per magia gli hanno dato l'immunità. I personaggi più importanti dello show vengono tutelati, ma è normale, credo accada anche in molti altri reality o talent.

D: Quindi Malgioglio è anche il favorito.
R:
Di certo è il grande capo. Come ha iniziato a lamentarsi perché si annoiava, ecco che subito sono entrati nella casa altri tre concorrenti! Sicuramente sta facendo un gran bel Grande Fratello Vip, è uno dei titani della casa assieme a Giulia, Cecilia e Luca. Immagino che la finale sarà roba loro. In questo Gf fai strada se sei più 'personaggio' e meno 'persona'. Esattamente l'opposto di quello che ho fatto io.

Gianluca Impastato nella casa del Grande Fratello Vip. Dopo l'eliminazione ha dichiarato di tifare per Ignazio Moser.

D: Chi speri che vinca?
R:
Ovviamente Ignazio Moser, per me è l'outsider assieme ad Aida Yespica. A discapito dei contrasti che inevitabilmente si vengono a creare in quel microcosmo, si creano anche amicizie vere. Con lui si è creato un gran bel rapporto. Ci lega la passione per il vino, lo sport e... beh, la terza te la lascio immaginare.

D: Collezionare francobolli?
R:
Esatto, proprio quello. Ma non solo Ignazio, anche con Aida andavo molto d'accordo. E poi con Daniele, che ridere quando la prima settimana, con un raid, abbiamo rubato un paio di uova dal frigo della casa per portarle nel treno.

D: Luca Onestini invece, al contrario di te e Marco Predolin, è stato graziato.
R:
Da una parte sono contento per lui, perché come ho detto sono dell'idea che l'espulsione va stabilita se la bestemmia viene pronunciata oltre ogni ragionevole dubbio. Però c'è anche un po' di amarezza, perché questo significa che hanno usato due pesi e due misure.

D: Della serie: perché lui no e tu sì?
R:
Per farti capire, gli stessi ragazzi sono rimasti esterrefatti per la mia eliminazione. Nessuno di loro ricordava che io avessi detto niente di pericoloso. Quando invece era successo con Predolin, Luca aveva sentito qualcosa, e infatti me lo disse: «Mi sa che Marco rischia».

D: Appena uscito, Marco si è messo a sparare a zero un po' contro tutto e tutti. Farai così anche tu?
R:
Lo rivedrò in studio, ci parlerò, così come si parlerà del 'salvataggio' di Luca. So che Predolin è stato uno dei primi a chiedere la mia eliminazione, posso capirlo, è una persona alla quale mi sento legato e forse lui aveva bisogno di un alleato.

Gianluca Impastato, il comico sommelier brinda nella casa del Grande Fratello Vip.

D: Tra gli eliminati ci sono Serena Grandi, Simona Izzo e Carmen Di Pietro. Nomi forti ma un po'… datati. Un caso?
R:
Giusto che sia così, le nuove generazioni scalzano quelle dei più stagionati. Scherzi a parte nella casa i giovani sono più forti, uniti. Non mi sorprende che stiano eliminando la vecchia guardia, un concorrente dopo l'altro. Io facevo un po' da collante, quando potevo ha sostenuto un po' i vecchi, ma non sempre era facile.

D: «Più si va avanti e più è peggio», ha detto sempre Ignazio. Sei d'accordo?
R:
Lo sarebbe se non fossero arrivati Raffaello Tonon, Corinne Clery e Carmen Russo. Chi entra per ultimo diventa automaticamente il favorito per la nomination. Senza di loro invece sarebbe stato molto più difficile fare delle scelte. Ma è anche vero che certi legami, con l'ingresso di facce nuove, possono subire un rilassamento.

D: Il prossimo a uscire?
R:
Temo Jeremias Rodriguez. Lo vedo un po' più debole degli altri.

D: Correrà da Carla Cruz secondo te?
R:
Non saprei. Io non c'ero, è successo tutto nella prima settimana, ero a Tristopoli con gli altri. Della serie: loro a limonare, noi a rubare uova.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso