1 Ottobre Ott 2017 2046 01 ottobre 2017

L'Isola di Pietro, Chiara Baschetti: «Non sono la solita modella»

Nella fiction di Canale 5 è la figlia del protagonista (Gianni Morandi). L’attrice si racconta: dagli esordi alla sua passione per il cibo.

  • ...
Chiara Baschetti

Fatalista, curiosa e fortunata. Chiara Baschetti, la 'figlia' di Gianni Morandi nella fiction di Canale 5 L'Isola di Pietro, si vede così, anche perché sembra proprio che diventare attrice sia stata una manovra del destino. «Mi ha messo davanti a tante opportunità e invece che soffermarmi troppo a pensare, ho sempre colto le palle al balzo. Credo che niente accada per caso», ha raccontato a LetteraDonna. Alta un metro e ottanta, 30 anni, fisico statuario e una somiglianza con Cindy Crawford che nel mondo nella moda non guasta, Chiara Baschetti calca passerelle da quando era «una bambina ignara del mondo», prima a Milano, poi a Parigi e a New York. Ma adesso, giura, sarebbe pronta a dedicarsi alla recitazione a tempo pieno. Dopo la prima esperienza sul set con Claudio Bisio nel film Ma che bella sorpresa di Alessandro Genovese (2015), la supermodella è approdata in tv ne L'Isola di Pietro. Interpreta Elena, un personaggio con cui Chiara ha molto in comune: «Siamo entrambe dure, ma nascondiamo molte fragilità». Ma non ha parlato solo della fiction di Canale 5, ci ha fatto conoscere anche un lato curioso e inaspettato di lei, che si scontra con il solito luogo comune della 'modella'.

La conferenza e' andata..e direi che é stata una giornata meravigliosa! Grazie a tutti tutti ma davvero tutti ! In bocca...

Geplaatst door CHIARA BASCHETTI op zaterdag 23 september 2017

D: Quali sono le tue passioni?
R:
Essendo molto curiosa ho sempre provato di tutto. Da tutti i tipi di sport, come nuoto, pilates e corsa, ai libri. Mi piace mettermi alla prova con letture ‘toste’, come i saggi di Umberto Galimberti e quelli di psicologia, che amo. Mi capita di iniziare libri che magari devo leggere più volte prima di capirli. E poi mi piace mangiare.

D: Non è strano, per una modella?
R:
Sono fortunata perché ho buon metabolismo e brucio tanto grazie allo sport, ma adoro la buona cucina e il buon vino. I miei piatti preferiti sono quelli a base di pesce e appena posso mi metto ai fornelli a preparare di tutto, dalla colazione alla cena, anche se il mio lavoro mi ha portato a viaggiare e a mangiare spesso al ristorante.

D: Parliamo di lavoro, appunto. Nell’ Isola di Pietro sei la coprotagonista. Dalle passerelle alla tv: dove ti senti più a tuo agio?
R:
Quando reciti devi mettere in gioco le emozioni, la pancia, te stessa. Dopo tanti anni di moda metti degli scudi e recitare mi ha permesso di mettermi a nudo, è stato un percorso psicologico. La serie ha richiesto molti mesi di lavoro e se dovessi scegliere da che parte buttarmi, ora sceglierei la recitazione. Sto ancora lavorando tanto come modella e per ora continuerò, ma inevitabilmente dovrò fare delle scelte. Questo è il secondo ruolo importante per me. Nel film di due anni fa non avevo alcuna esperienza, sono partita da zero e mi ci sono ritrovata quasi per caso. Questa volta invece è stata una mia scelta: la fiction mi ha aperto le porte a questo lavoro e sono stata spinta dalla voglia di mettermi in gioco in una professione molto diversa dalla mia.

D: C’è qualcosa di te nel personaggio di Elena?
R:
Tanto: è una ragazza che ha lasciato casa presto e ha scelto di stare con un uomo molto più grande di lei. L’ho fatto anch’io. Si porta dietro degli scheletri, dei pesi, che in un certo senso tutti abbiamo. Anche in questo mi sono ritrovata molto. Poi, come me, è molto sensibile ma allo stesso tempo una dura che si è dovuta proteggere, ha dovuto imparare ad essere forte e a cavarsela da sola.

D: Lei da ragazzina era ribelle. Com’eri tu a 16 anni?
R:
Quando sono entrata nel mondo della moda ero una bambina, ignara di quello che mi aspettava. A quell'età sono andata a Milano, facevo avanti e indietro perché ancora studiavo. Venivo dalla campagna romagnola e avevo un approccio alla vita molto diverso da quello che mi sono ritrovata a dover avere in città come Milano, Parigi, New York. Non me ne rendevo conto, ma all’inizio l’ho subito tanto.

Ci siamo quasiiiiiii!!!!!!! Sta sera su Canale 5 alle 21 arriviamooooooo con @lisoladipietro ❤️ @fiction_mediaset...

Geplaatst door CHIARA BASCHETTI op zondag 24 september 2017

D: Come sei entrata nel mondo della moda?
R:
Mi hanno notata in spiaggia a 15 anni e ho partecipato a un concorso a livello locale. Poi sono arrivate le agenzie e i concorsi internazionali. Ora sono tornata in Italia per questo progetto tv, ma non escludo di ripartire: qui ho molte opportunità, ma non nascondo che a volte mi sta un po’ stretta.

D: Avendo iniziato a lavorare così presto, come hai vissuto il passaggio alla vita adulta?
R:
Sono diventata matura tutto ad un tratto e ho perso dei passaggi. Mi sono mancati tantissimo gli anni spensierati e gli amici. Ho provato una grande insicurezza: crescendo da sola non potevo far riferimento molto sui miei genitori, perché non conoscevano quel mondo. Però sono una ragazza molto fortunata, che è cresciuta in una famiglia normale con due fratelli, papà e mamma. Girando da sola per il mondo o tieni la testa sulle spalle o rischi di rimanere in balia di chi ti può manipolare. Io sono stata molto disciplinata, sono severa con me stessa e ho uno spiccato del rispetto della famiglia.

D: Il mondo della moda lo consiglieresti a una giovanissima?
R:
Nessun mondo a 15 anni è facile a parte quello di casa. Se tornassi indietro, io aspetterei qualche anno e di avere un po’ di maturità personale. Però noi a quell'età eravamo delle bambine, oggi le ragazzine sono molto più avanti di quanto lo ero io. Il mondo della moda lo consiglierei se gestite e seguite da qualcuno.

D: Che rapporto hai con tuo padre? Nell’Isola di Pietro questo è un tema centrale.
R:
Buono, come con il resto della famiglia, siamo molto uniti. Ci sono stati allontanamenti e riavvicinamenti per motivi relativamente importanti.

D: Com’è stato lavorare con Gianni Morandi?
R:
Meraviglioso. Gianni è un grande professionista, era un idolo per me già da prima. Passare dei mesi insieme è stata un'esperienza meravigliosa. E poi ha un’energia infinita, mentre noi giovani dopo ore di lavoro ce ne stavamo lì stanchi morti. Abbiamo imparato molto.

D: Parliamo della fiction. Nel finale della prima puntata Elena svela un segreto inconfessabile: se ne era andata da adolescente perché aspettava un bambino. Cosa dobbiamo aspettarci?
R:
Non posso dirvi nulla. Sappiate solo che succederanno tante cose e che di puntata in puntata i tasselli torneranno ognuno al proprio posto. Anche il mio personaggio si svelerà: nella prima puntata è sempre stata col muso, d’ora in avanti si scopriranno anche le sue fragilità.

D: Ci sarà un ritorno di fiamma con il tuo primo amore?
R:
Non so se si può dire (ride). Sicuramente è stato un grande amore. Lo avevo lasciato io, ma ora mi scompiglierà l’esistenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso