16 Ottobre Ott 2017 1911 16 ottobre 2017

Lavoro: come fare carriera imparando dal primo impiego

Vendere gelati o consegnare la posta, tutto serve. Sette imprenditrici raccontano i loro esordi professionali e come hanno fatto successo.

  • ...
Primo Lavoro Carriera Successo

I primi passi nel mondo del lavoro sono come il primo bacio. Un mix di eccitazione, curiosità e inesperienza. E se gli esordi amorosi possono incidere sul nostro futuro affettivo e sessuale, la stessa cosa avviene con gli impieghi giovanili. Che siano appaganti oppure no, il trucco per farli diventare una chiave di successo è saperne trarre insegnamenti utili. Secondo molte donne che oggi ricoprono ruoli decisivi, il segreto della loro carriera è infatti dovuto anche ai primi lavoretti fatti da studentesse o appena laureate. Che si tratti di essere puntuali o rispettare le consegne, ogni esperienza professionale, per quanto piccola, può rivelarsi illuminante. Per questo alcune imprenditrici hanno raccontato a Bustle da dove sono partite per raggiungere i posti di comando che occupano ora.

NESSUNO NASCE IMPARATO

Quando Liz Wessel ha fondato WayUp, un sito che aiuta i giovani a trovare un impiego, ha fatto tesoro del suo primo lavoro come assistant product marketing manager di Google. Che le ha insegnato a essere 'una che impara tutto', piuttosto che un signor-so-tutto-io.

IL TUO EX (CAPO) TI CONOSCE BENE

Per imparare serve una buona guida e qualcuno con cui abbiamo già collaborato può essere la risposta. È quanto successo a Megan Driscoll quando nel cercare un impiego si è trovata in forte difficoltà. Indecisa sul da farsi, è tornata allora nei posti in cui aveva già lavorato come stagista. È stata una dei suoi capi a suggerirle di proporsi come PR, viste le sue qualità. Un consiglio vincente: Megan ha scoperto che era il settore giusto per lei e oggi gestisce la sua agenzia di pubbliche relazioni EvolveMKD.

NON C’ È ROSA SENZA SPINE

Anche Martha Shaughnessy lavora nel campo delle public relations. Ma dopo l’università, nonostante una laurea con lode, all’inizio aveva trovato solo un impiego da un fiorista. Non era il suo futuro eppure ha imparato molto: primo, che i fiori sono più spinosi che profumati. Secondo, come chiudere una conversazione senza far arrabbiare i clienti. Un’ottima palestra per il suo futuro in The Key PR.

CHI BEN COMINCIA È A METÀ DELL’OPERA

Se ogni rosa ha le sue spine, dietro alla dolcezza dei donuts si nascondono sacrifici e levatacce all’alba. Lo ha scoperto Angela Mader quando ha iniziato a lavorare nel negozio del padre a sette anni. La sveglia alle 5.30 era pesante, ma il modello paterno nel trattare con i clienti e i fornitori si è rivelato fondamentale quando ha deciso di aprire il suo business sul fitness Fitlosophy.

PICCOLE IMPRENDITRICI CRESCONO

Anche Candice Galek ha iniziato a lavorare giovanissima. Da piccola aveva dimostrato la stoffa da imprenditrice rivendendo porta a porta i giornali acquistati all’edicola per un piccolo sovrapprezzo. A 15 anni invece era partita come assistente di una famiglia che possedeva diverse gelaterie. Un’occupazione che le ha insegnato a organizzare il tempo, gestire più cose insieme e assumersi le proprie responsabilità. Nessuna sorpresa che abbia poi deciso di mettersi in proprio, con il sito per costumi da bagno Bikini Deluxe.

UNO PER TUTTI, TUTTI PER UNO

Laura Jennings, invece, i gelati li ha serviti a centinaia di clienti durante gli studi. Un incarico che prevedeva, fra le altre cose, di pulire il parcheggio e lavare il pavimento dopo l’assalto dei bambini. Umiliante? Niente affatto. Anzi, ha insegnato a Laura l’importanza di essere disposti a fare tutto quello di cui c’è bisogno, soprattutto se si lavora in una piccola impresa. Oggi è CEO della start-up per l’e-commerce Knack. E se c’è da ordinare le cialde per il caffè o da chiudere le ultime scatole per la spedizione è la prima a rimboccarsi le maniche.

IL GUADAGNO DI DOMANI

Paige Arnof-Fenn racconta infine una storia analoga: da giovanissima consegnava la posta di uno studio legale. Non guadagnava nulla, apparentemente. Ma l’essere sempre in orario, ricordare i nomi di tutti gli impiegati e accettare qualsiasi incombenza con il sorriso le sono valsi molto di più. Quando ha deciso di fondare l'agenzia di consulenza e strategia marketing Mavens and Moguls, infatti, l’esperienza accumulata si è rivelata utilissima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso