18 Giugno Giu 2016 1000 18 giugno 2016

Più finta che vera

Extension, faccette dentali e unghie ricostruite sono straordinarie complici di fascino. Ma è bene sapere che, alla lunga, possono creare incidenti spiacevoli: gli inconvenienti da evitare.

  • ...
Curly hair

Oggi è possibile allungare e infoltire i capelli a piacere, ricostruire le unghie rosicchiate, dare nuovo smalto al sorriso, cambiare colore agli occhi o esaltarli con ciglia da bambola. Merito di extension, faccette dentali e unghie in gel o resina. Si tratta di tecniche ormai ben collaudate che, se applicate a regola d’arte, regalano splendidi risultati. Attenzione, però: anche in questo caso possono presentare qualche inconveniente, che vale la pena conoscere. Nella gallery, i prodotti che possono diventare vostri alleati.

CAMBIARE TESTA, MA NON TROPPO
Bastano poche ore per trasformare una normale capigliatura nella chioma di Berenice. Le extension hanno portato una vera rivoluzione nell’hair styling. Le ciocche destinate ad allungare e infoltire i capelli vengono incollate a quelle naturali con cheratina, agganciate mediante un minuscolo anello metallico o cucite lungo una treccia fatta con i propri capelli e fissata sul cuoio capelluto. Per un buon risultato, è importante utilizzare esclusivamente ciocche naturali, che vanno mantenute lucenti con balsami specifici (nella gallery vi segnaliamo i più indicati).
Possibili inconvenienti: il peso dell’ extension mette in costante tensione le ciocche a cui vengono applicate, rischiando di danneggiare seriamente il bulbo. Lo stesso accade ai capelli della treccia che, inoltre, tende a rallentare la micro-circolazione sul cuoio capelluto sottostante. Per qualche mese all’anno, quindi, è bene lasciare la testa al naturale.

OCCHIO ALLE CIGLIA EXTRA-LONG
Recentemente, la stessa tecnica usata per allungare e infoltire i capelli viene applicata anche alle ciglia, che già molte donne scuriscono con apposite colorazioni vegetali. Per cambiamenti di look ancora più stupefacenti, si può puntare sulle lenti a contatto colorate, da scegliere secondo l’effetto che si vuole ottenere: le nuance chiare fanno sembrare gli occhi più grandi, mentre quelle scure rendono magnetico lo sguardo. In questo caso, però, conviene rinunciare alle ciglia finte e optare per un mascara d’eccellenza (nella gallery, vi presentiamo due novità).
Possibili inconvenienti: per quanto riguarda le lenti a contatto nessuno, mentre le extension cigliari possono dare gli stessi problemi di quelle per i capelli.

DENTI DA STAR, UNA SCELTA IMPEGNATIVA
Si chiamano «faccette» e permettono di sfoderare sorrisi perfetti e di un candore abbagliante. Attrici e top model ne sono entusiaste. Paragonabili a piccole maschere, vengono applicate sulla parte frontale dei denti, ottenendo così una dentatura regolare e del colore desiderato. La loro durata varia da due a 20 anni: dipende dalle tecniche, dai materiali utilizzati e dalle abitudini individuali.
Possibili inconvenienti: le faccette dentali sono più delicate dei denti, quindi è più facile danneggiarle. In questo caso, così come quando le gengive si ritraggono, occorre sostituirle. Inoltre, è importante sapere che l’applicazione delle faccette richiede l’abrasione di mezzo millimetro di smalto dentale, di conseguenza il dente avrà sempre bisogno di una protezione extra. Insomma, una volta applicate, non se ne può più fare a meno.

UNGHIE FINTE A TEMPO DETERMINATO
Molto simili a quelle naturali, le unghie ricostruite si prestano a qualsiasi look. La tecnica più diffusa prevede l’impiego di una pasta di resina, che viene modellata sopra l’unghia resa porosa da una leggera limatura della superficie, diventandone parte integrante. Per un effetto ancora più naturale, si può ricorrere al gel, che ha lo spessore di una lamina ultrasottile, ma è più fragile. Le unghie ricostruite richiedono comunque un ritocco ogni 3-4 settimane. Nel frattempo, è bene mantenere morbide le cuticole con prodotti specifici e rinnovare lo smalto (nella gallery trovate una selezione di tinte à la page). Tutti i colori sono permessi, anche madreperlati o vinilici, che esigono una base perfettamente levigata.
Possibili inconvenienti: se ricostruita per molti mesi, l’unghia tende a indebolirsi, non solo perché la sua superficie viene di continuo assottigliata, ma anche perché 'soffocata' da resine o gel.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso